Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Malattia di Osgood-Schlatter

(Malattia di Osgood-Schlatter)

Di

Frank Pessler

, MD, PhD, Hannover, Germany

Ultima modifica dei contenuti mar 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti

La malattia di Osgood-Schlatter è un'osteocondrosi della tuberosità tibiale anteriore, che provoca un'infiammazione dolorosa.

La malattia di Osgood-Schlatter si verifica tra i 10 e i 15 anni ed è generalmente monolaterale. Nonostante la malattia sia più frequente tra i ragazzi, questo stato di cose cambia quando le ragazze diventano più attive nelle attività sportive.

Si ritiene che l'eziologia della malattia di Osgood-Schlatter sia traumatica, a causa dell'eccessiva trazione da parte del tendine rotuleo su un'inserzione epifisaria immatura, portando a microfratture.

I sintomi principali della malattia di Osgood-Schlatter sono dolore, tumefazione e dolorabilità sul tubercolo tibiale nel punto di inserzione del legamento rotuleo. Non si apprezzano disturbi sistemici.

Diagnosi

  • Valutazione clinica

  • A volte RX

La diagnosi della malattia di Osgood-Schlatter è ottenuta mediante reperti caratteristici situati sopra il tubercolo tibiale all'esame.

Le RX laterali delle ginocchia possono mostrare una frammentazione del tubercolo tibiale. Tuttavia, le RX non sono necessarie a meno che altri disturbi (p. es., lesione, infiammazione articolare) non siano suggeriti da dolore e da tumefazione estendendosi oltre l'area al di sopra del tubercolo tibiale, o il dolore sia accompagnato da eritema cutaneo e calore.

Trattamento

  • Analgesici

  • Riposo

  • Raramente, immobilizzazione, iniezione di corticosteroidi, e interventi chirurgici

La risoluzione è in genere spontanea entro settimane o mesi. Di solito, le uniche misure necessarie sono l'assunzione di analgesici e l'evitamento di sport ed esercizi fisici eccessivi, specialmente quelli che prevedono di piegare eccessivamente il ginocchio. Non è necessaria la completa eliminazione dell'attività sportiva.

L'immobilizzazione mediante ingessatura, le iniezioni intralesionali di idrocortisone, la rimozione chirurgica di corpi liberi (p. es., ossicini, frammenti staccatisi dall'osso), la trapanazione e gli innesti sono procedure cui si ricorre raramente.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Come effettuare la rianimazione neonatale
Video
Come effettuare la rianimazione neonatale
Modelli 3D
Vedi Tutto
Fibrosi cistica: difettoso trasporto di cloruro
Modello 3D
Fibrosi cistica: difettoso trasporto di cloruro

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE