Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Patologie correlate agli edifici (building-related illnesses)

Di

Abigail R. Lara

, MD,

  • University of Colorado

Ultima modifica dei contenuti mar 2018
Clicca qui per l’educazione dei pazienti

Le patologie correlate agli edifici (building-related illnesses) sono un gruppo di patologie la cui eziologia è legata agli ambienti senza scambi d'aria degli edifici moderni. Tali costruzioni sono caratterizzate da finestre sigillate e dalla dipendenza dai sistemi di riscaldamento, ventilazione e condizionamento dell'aria per la circolazione dell'aria. La maggior parte dei casi si verifica in edifici non industriali per uffici, ma si possono verificare anche in condomini, case indipendenti, scuole, musei e biblioteche.

Le patologie correlate agli edifici possono essere specifiche o aspecifiche. La diagnosi si basa sull'anamnesi dell'esposizione e sui reperti clinici. La terapia è generalmente di supporto.

Patologie correlate agli edifici (building-related illnesses, BRI) specifiche

Le patologie correlate agli edifici specifiche sono quelle per le quali è dimostrato un collegamento tra l'esposizione correlata all'edificio e la malattia. Esempi comprendono

La febbre da inalazione è una reazione febbrile provocata da esposizioni ad aerosol organici o a polveri. I sintomi iniziano dalle 4 alle 12 h dopo l'esposizione. I sintomi comprendono febbre, mal di testa e malessere generale. I nomi impiegati per descrivere questo tipo di patologie correlate agli edifici comprendono la febbre da umidificatore, la febbre del grano, la febbre dei porcili e la micotossicosi, dipendenti dall'agente causale. Anche i vapori dei metalli e dei polimeri sono in grado di provocare malattie febbrili. Il termine sindrome da polveri organiche tossiche è stato usato per associare la reazione subacuta febbrile e respiratoria alla polvere organica spesso altamente contaminata da endotossine batteriche. Polmonite tossica è un termine usato comunemente, ma meno specifico.

La febbre da umidificatore si verifica come conseguenza degli umidificatori o di altri tipi di sistemi di ventilazione che fungono da serbatoio per la crescita di batteri o funghi e come metodo per aerosolizzare questi contaminanti. Il disturbo generalmente si manifesta come febbricola, malessere, cefalee, tosse e dispnea. Il miglioramento dopo l'eliminazione dall'esposizione (p. es., weekend fuori dall'ufficio) è spesso una delle prime indicazioni dell'eziologia. La febbre da umidificatore ha un esordio acuto (p. es., dalle 4 alle 12 h dopo l'esposizione) ed è autolimitante (solitamente da 2 a 3 giorni). I segni fisici possono essere assenti o poco evidenti. Sono frequenti casi raggruppati.

Diversamente dalle condizioni immunologicamente mediate (p. es., polmonite da ipersensibilità e asma correlato agli edifici), la febbre da inalazione non richiede un periodo di sensibilizzazione. Il disturbo può insorgere dopo l'esposizione iniziale. Generalmente gli episodi acuti non richiedono trattamento tranne l'uso di antipiretici e l'allontanamento dall'ambiente contaminato. Se i sintomi persistono, possono essere necessari accertamenti per escludere infezioni, polmonite da ipersensibilità o altre condizioni. I prelievi biologici per individuare i microrganismi atmosferici nell'ambiente di lavoro possono essere dispendiosi in termini di tempo e denaro, ma talvolta sono necessari per documentare la fonte dell'aria contaminata. Tutti i tipi di febbre da inalazione sono solitamente prevenuti attraverso una buona manutenzione dei sistemi di ventilazione.

Patologie correlate agli edifici (building-related illnesses, BRI) aspecifiche

Le patologie correlate agli edifici aspecifiche sono quelle per le quali è più difficile da dimostrare un collegamento tra la sindrome correlata all'edificio e la malattia.

Il termine sindrome dell'edificio malato è stato usato per riferirsi a malattie che si verificano in gruppi all'interno di un edificio, ma questo termine sta cadendo in disuso ed è sempre più sostituito da patologie correlate agli edifici. Le patologie correlate agli edifici causano spesso sintomi non specifici, tra cui

  • Prurito, irritazione, secchezza oculari o lacrimazione

  • Rinorrea o congestione nasale

  • Dolore o fastidio alla gola

  • Dermatosi pruriginose o inspiegabili eruzioni cutanee

  • Cefalea, letargia e difficoltà di concentrazione

In alcune circostanze, alcuni fattori correlati all'edificio spiegano la sintomatologia. Questi fattori comprendono alte temperature, un'elevata umidità e la scarsa ventilazione dell'edificio spesso non rifornito di un adeguato volume di aria fresca proveniente dall'esterno. I fattori intrinseci al paziente, comprendenti il sesso femminile, un'anamnesi positiva per atopia, un'aumentata attenzione e preoccupazione per i sintomi e la propria condizione di salute, l'ansia, la depressione e a volte un'isteria di massa, sembrano essere alla base della sintomatologia.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE