Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Feoifomicosi

Di

Sanjay G. Revankar

, MD,

  • Professor of Medicine and Director, Infectious Disease Fellowship Program, Division of Infectious Diseases
  • Wayne State University School of Medicine

Ultima modifica dei contenuti lug 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti

Per la feoifomicosi si intendono le infezioni causate da molti tipi di funghi dematiacei, scuri pigmentati da melanina. Si distingue dalla cromoblastomicosi e dal micetoma per l'assenza di specifici risultati istopatologici.

La feoifomicosi è causata da molte specie di funghi dematiacei scuri, pigmentati con melanina che comprendono Bipolaris, Cladophialophora, Cladosporium, Exophiala, Fonsecaea, Phialophora, Ochronosis, Rhinocladiella, e Wangiella.

Sebbene alcune specie di questi funghi possano essere veri patogeni e causare la feoifomicosi in pazienti immunocompetenti, i funghi pigmentati sono stati sempre più riconosciuti come opportunisti; quasi tutti i casi di infezione ampiamente disseminata si verificano in pazienti immunodepressi. I funghi dematiacei solo raramente causano infezioni fatali in pazienti che hanno i meccanismi di difesa intatti, tuttavia alcune specie possono causare ascessi cerebrali nei soggetti immunocompetenti.

Le sindromi cliniche includono sinusiti invasive, a volte con necrosi ossea, o anche noduli sottocutanei o ascessi, cheratiti, masse polmonari, osteomieliti, artriti micotiche, endocarditi, ascessi cerebrali e infezioni disseminate.

Diagnosi

  • Esame con colorazione di Masson-Fontana

  • Esame colturale per identificare la specie responsabile

Funghi dematiacei possono spesso essere individuati in campioni di tessuto colorati con ematossilina convenzionale ed eosina; essi appaiono come ife settate marroni o cellule di lievito-simili, che riflettono il loro alto contenuto di melanina. La colorazione di Masson-Fontana per la melanina conferma la loro presenza. La feoifomicosi si distingue dalla cromoblastomicosi e dal micetoma per l'assenza di specifiche alterazioni anatomopatologiche come corpi sclerotici o granuli nei tessuti.

La coltura è necessaria per identificare la specie responsabile della patologia.

Trattamento

  • Per i noduli sottocutanei, chirurgia e/o itraconazolo

  • Per ascessi cerebrali o infezioni disseminate, una combinazione di farmaci antifungini

(Vedi anche Farmaci antifungini.)

Non esiste una terapia standard; il trattamento della feoifomicosi dipende dalla sindrome clinica e dallo stato del paziente.

Per i noduli sottocutanei, la chirurgia da sola può essere curativa. L'itraconazolo ha un'eccellente attività ed è stato il più utilizzato clinicamente, anche se voriconazolo e posaconazolo vengono sempre più spesso usati con buoni risultati. La durata della terapia varia, ma può oscillare da 6 settimane a > 12 mesi. L'amfotericina B è spesso inefficace.

Per l'ascesso cerebrale, il trattamento deve comprendere la resezione chirurgica se possibile.

Per l'ascesso cerebrale e infezioni diffuse, è spesso usata una terapia combinata (p. es., con 2 o 3 farmaci, almeno uno dei quali è un azolo), anche se i risultati clinici sono generalmente poveri indipendentemente dal trattamento.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE