Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

honeypot link

Cheratocongiuntivite flittenulare

(Congiuntivite flittenulare; Flittenulosi)

Di

Melvin I. Roat

, MD, FACS, Sidney Kimmel Medical College at Thomas Jefferson University

Ultima modifica dei contenuti mag 2020
Clicca qui per l’educazione dei pazienti

La cheratocongiuntivite flittenulare, una reazione di ipersensibilità della cornea e della congiuntiva agli antigeni batterici, è caratterizzata da discrete aree nodulari di infiammazione corneale o congiuntivale.

La cheratocongiuntivite flittenulare deriva da una reazione di ipersensibilità ad antigeni batterici, soprattutto da stafilococchi, ma vi sono implicati anche altri agenti come tubercolosi e Chlamydia. È più frequente tra i bambini. Molti pazienti presentano anche blefarite Blefarite La blefarite è un'infiammazione acuta o cronica del margine libero delle palpebre. Sintomi e segni comprendono prurito e bruciore del margine palpebrale associati ad iperemia e edema. La diagnosi... maggiori informazioni  Blefarite .

I pazienti presentano lesioni multiple, consistenti in piccoli noduli giallo-grigi (flittenule) che compaiono su limbus, cornea o congiuntiva bulbare e persistono per un tempo che varia da alcuni giorni a 2 settimane. Sulla congiuntiva questi noduli si ulcerano ma guariscono senza cicatrici. Quando viene interessata la cornea, sintomi quali intensa lacrimazione, fotofobia, offuscamento della vista, dolore e sensazione di corpo estraneo possono essere notevoli. Recidive frequenti, specie se associate ad infezione secondaria, possono condurre a un'opacità corneale con neovascolarizzazione e diminuzione dell'acuità visiva.

La terapia nei casi non tubercolari consiste in un'associazione topica di corticosteroide-antibiotico. Se i pazienti presentano blefarite Blefarite La blefarite è un'infiammazione acuta o cronica del margine libero delle palpebre. Sintomi e segni comprendono prurito e bruciore del margine palpebrale associati ad iperemia e edema. La diagnosi... maggiori informazioni  Blefarite seborroica, la pulizia delle palpebre può aiutare a prevenire le recidive.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Metti alla prova la tua conoscenza
Retinopatia ipertensiva
La retinopatia ipertensiva è un danno vascolare retinico causato dall’ipertensione. L’ipertensione cronica, scarsamente controllata, può causare anomalie trasversali arterovenose (incrocio arterovenoso). L’incrocio arterovenoso è un importante fattore predisponente per lo sviluppo di quale delle seguenti patologie dell’occhio?

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE