Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Infezione e ascesso mammari

(Mastite)

Di

Mary Ann Kosir

, MD, Wayne State University School of Medicine

Ultima revisione/verifica completa set 2020| Ultima modifica dei contenuti set 2020
per accedere alla Versione per i professionisti
I fatti in Breve
Risorse sull’argomento

Le infezioni della mammella sono solitamente causate da batteri. Raramente, le infezioni mammarie provocano un ascesso (una raccolta di pus nella mammella). La mastite si riferisce a un’infiammazione dolorosa della mammella, solitamente accompagnata da un’infezione mammaria.

Infezione della mammella

Le infezioni mammarie Infezione della mammella Un’infezione mammaria (mastite) si può verificare dopo il parto (infezione post-partum), di solito durante le prime 6 settimane e quasi sempre in donne che allattano. Se il bambino non viene... maggiori informazioni non si sviluppano spesso, fatta eccezione per il periodo intorno al parto o dopo un trauma o un intervento chirurgico. Il rischio di infezioni mammarie aumenta in presenza di diabete o se si assumono corticosteroidi orali.

Il sintomo più comune di mastite (comprese infezioni mammarie) è rappresentato da un’area edematosa, arrossata, calda e dolente. Un tipo di cancro della mammella poco frequente, detto cancro infiammatorio della mammella Altre caratteristiche Altre caratteristiche può produrre sintomi analoghi.

L’infezione viene trattata con antibiotici.

Se l’assunzione di antibiotici non allevia l’infezione, i medici eseguono una valutazione per verificare la presenza di un tumore.

Ascesso mammario

Gli ascessi mammari sono meno comuni delle infezioni mammarie. Possono svilupparsi da un’infezione locale non trattata.

Solitamente si procede con il drenaggio (aspirazione) dell’ascesso con un ago, il cui posizionamento è guidato dall’ecografia. Talvolta, per drenare l’ascesso, è necessario procedere a un’incisione.

Di solito, la cura si basa sulla somministrazione di antibiotici

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
PARTE SUPERIORE