Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Infestazione da pidocchi

(Pediculosis)

Di

James G. H. Dinulos

, MD, Geisel School of Medicine at Dartmouth

Ultima revisione/verifica completa giu 2020| Ultima modifica dei contenuti giu 2020
per accedere alla Versione per i professionisti
I fatti in Breve
Risorse sull’argomento

L’infestazione da pidocchi è una parassitosi cutanea dovuta a minuscoli insetti senza ali.

  • I pidocchi si diffondono più frequentemente attraverso il contatto ravvicinato da persona a persona.

  • Gli individui affetti da pidocchi solitamente soffrono di grave prurito.

  • I pidocchi e le loro uova sono reperibili osservando i capelli o altre parti del corpo.

  • Solitamente, il trattamento della pediculosi coinvolge shampoo, creme o lozioni e talvolta la decontaminazione degli indumenti e della biancheria da letto.

  • Alcune persone devono assumere un farmaco antiparassitario per via orale.

I parassiti sono organismi che vivono sulla superficie o all'interno di un altro organismo (ospite) e dipendono dall’ospite per nutrirsi e vivere. I pidocchi sono parassiti, perché vivono nutrendosi del sangue di una persona.

I pidocchi sono insetti senza ali appena visibili che infestano la testa, il corpo o l’area genitale delle persone. Si trasmettono facilmente da persona a persona attraverso il contatto ravvicinato e la condivisione di vestiario e altri oggetti personali. Tre specie di pidocchi albergano in diverse parti del corpo. I pidocchi del capo e pubici vivono direttamente sulla persona, mentre quelli del corpo vivono sugli indumenti e sulla biancheria da letto. In tutto il mondo si verificano tutti i tipi di infestazione da pidocchi.

A Close-Up Look at Lice

Tre tipi di pidocchi infestano il corpo. I pidocchi hanno una larghezza massima di 3 millimetri.

A Close-Up Look at Lice

Pidocchi del capo

I pidocchi del capo infestano i capelli e il cuoio capelluto. La trasmissione avviene mediante contatto diretto o con l’uso condiviso di pettini, spazzole, cappelli e altri oggetti personali. L’elettricità statica o il vento potrebbero espellere i pidocchi dai capelli. I pidocchi del capo si presentano più comunemente nelle bambine dai 5 agli 11 anni, ma possono colpire tutti. I pidocchi del capo sono meno comuni nelle persone di razza nera. Non esiste alcuna correlazione tra i pidocchi del capo e l’igiene scadente o il livello socio-economico basso.

Pidocchi del corpo

I pidocchi del corpo solitamente infestano individui con scarsa igiene, che vivono in condizioni affollate e anguste (come le caserme militari) e di livello socioeconomico basso. I pidocchi del corpo vivono su indumenti e biancheria da letto che sono a contatto con la pelle, non direttamente sulle persone. La pediculosi si diffonde attraverso la condivisione di indumenti e biancheria da letto contaminati. A differenza dei pidocchi della testa, i pidocchi del corpo a volte trasmettono gravi malattie come il tifo, la febbre quintana e la febbre ricorrente.

Pidocchi pubici

I pidocchi pubici (“piattole”), che principalmente infestano i peli nelle aree genitali e anali, si diffondono di solito tra gli adolescenti e gli adulti attraverso il contatto sessuale. Possono essere trasmessi ai bambini a stretto contatto con i genitori. I pidocchi pubici possono anche essere trasmessi attraverso gli oggetti inanimati, come gli asciugamani, la biancheria da letto e gli indumenti. Questi pidocchi possono infestare anche la peluria del torace, delle cosce e del viso (barba, baffi e ciglia).

Immagini di pidocchi pubici

Sintomi

Solitamente, le infestazioni da pidocchi provocano intenso prurito nella zona colpita.

Le punture dei pidocchi del corpo causano piccoli fori rossi e puntiformi sulla pelle. Le persone affette presentano segni di grattamento, orticaria, oppure, se il prurito intenso ha causato la lacerazione della pelle, un’infezione batterica. Questi sintomi sono particolarmente comuni sulle spalle, sulle natiche e sull’addome.

Le punture dei pidocchi pubici possono anche causare la formazione di macchie di colore grigio-bluastro sul torace, sulle natiche e sulle cosce. I linfonodi potrebbero gonfiarsi. I pidocchi che hanno infestato le ciglia causano bruciore, prurito e irritazione agli occhi.

I bambini difficilmente si accorgono dei pidocchi del capo e possono eventualmente presentare solo una modesta irritazione del cuoio capelluto.

Diagnosi

  • Presenza di pidocchi, lendini o entrambi

È possibile individuare i pidocchi della testa facendo scorrere un pettine a denti stretti attraverso i capelli bagnati, partendo dal cuoio capelluto verso l’esterno. Di solito, i pidocchi possono trovarsi sulla nuca o dietro le orecchie. Talvolta, è difficile trovare i pidocchi, mentre le uova sono facilmente visibili. Le femmine dei pidocchi depositano uova di colore bianco-grigiastro lucido (lendini) dall’aspetto di sottili sferule, strettamente aderenti alla base del fusto dei capelli. Ciascun pidocchio femmina adulto deposita 3-5 uova al giorno, quindi il numero delle lendini è di solito molto maggiore rispetto a quello dei pidocchi. In caso di infestazione cronica del cuoio capelluto, le lendini seguono la crescita dei capelli ai quali sono attaccate e pertanto possono essere localizzate a una certa distanza dal cuoio capelluto in base alla durata dell’infestazione.

Le lendini si differenziano da altri corpi estranei presenti sul fusto dei capelli, poiché aderiscono fortemente ad esso.

Inoltre, i pidocchi del corpo degli adulti e le loro uova sono facilmente reperibili nelle cuciture degli indumenti e della biancheria da letto.

I pidocchi pubici si rilevano tramite ispezione ravvicinata con una luce ultravioletta e vengono identificati analizzandoli al microscopio. Possono anche lasciare piccole macchie di colore marrone scuro (feci) sulla pelle o negli indumenti intimi.

Trattamento

  • Per i pidocchi del capo e pubici, shampoo e creme

  • Rimozione delle lendini dai capelli e dalle ciglia

  • Lavaggio accurato, lavaggio a secco o sostituzione degli indumenti e della biancheria

Per tutti i pidocchi, sostituzione o decontaminazione degli indumenti e della biancheria interessati attraverso un lavaggio accurato o un lavaggio a secco. Eventuali oggetti che non possano essere lavati possono essere posti in una borsa di plastica a tenuta d’aria per 2 settimane per provocare la morte dei pidocchi.

Trattamento della pediculosi del capo

Per trattare i pidocchi del capo, sono disponibili diversi farmaci efficaci, da banco e su ricetta.

  • Shampoo e creme da banco, a base di piretrine e piperonil butossido, vengono applicati per 10 minuti e quindi eliminati con acqua.

  • Anche la permetrina su ricetta (una forma di piretrina sintetica), applicata in lozione o in crema, è efficace.

  • Anche il lindano, un farmaco su ricetta che può essere applicato come lozione o shampoo, cura l’infestazione da pidocchi, ma non è efficace come gli altri preparati e non è indicato nei bambini di età inferiore a 2 anni, nelle donne incinte o che allattano o negli individui affetti da convulsioni dovute a possibili effetti collaterali tossici.

  • Il malation su ricetta è altamente efficace ed in grado di uccidere sia i pidocchi adulti sia le uova, ma non è il primo trattamento che i medici prescrivono in quanto è infiammabile, presenta un odore sgradevole e deve rimanere sulla cute della persona dalle 8 alle 12 ore.

Tutte queste terapie per la pediculosi vengono ripetute entro 7-10 giorni per eliminare i pidocchi di recente comparsa. I pidocchi hanno iniziato a resistere ai farmaci e potrebbe essere difficile eliminarli. Se i pidocchi resistono al trattamento standard, viene di solito prescritto il farmaco ivermectina per via orale.

La maggior parte dei trattamenti farmacologici uccide le lendini ma non le rimuove. Non sarebbe indispensabile rimuovere quelle morte, ma i farmaci non sempre le uccidono tutte. Poiché non è solitamente possibile distinguere tra le lendini morte e quelle vive, i medici consigliano di rimuoverle. Inoltre, in una piccola percentuale di bambini con lendini nel cuoio capelluto rimangono presenti i pidocchi vivi. La rimozione richiede l’utilizzo di un pettine a denti stretti, spesso presente nella confezione del farmaco per la rimozione dei pidocchi, e una ricerca meticolosa.

Poiché le lendini aderiscono tenacemente ai capelli, si utilizzano diversi farmaci da banco disponibili in commercio (shampoo, gel e spray) per asportarle. Anche trascorrere trenta minuti sotto un asciugacapelli ad aria calda può aiutare a uccidere le lendini (ma non i pidocchi). Quando i capelli crescono, le lendini vengono eliminate dal cuoio capelluto. Se non sono presenti lendini entro 6 millimetri dal cuoio capelluto, non ci sono pidocchi vivi.

Per i pidocchi della testa, i medici non hanno prove sufficienti per dimostrare che sia necessario pulire o gettare gli articoli personali o escludere le persone dal lavoro o dalla scuola. Comunque, molti esperti raccomandano di sostituire o decontaminare gli indumenti e la biancheria da letto contaminati con le lendini dei pidocchi tramite un accurato lavaggio o pulizia a secco. Possibilmente, questi oggetti dovrebbero essere asciugati in una asciugatrice a temperatura di 54 °C per circa 30 minuti.

Trattamento della pediculosi pubica

I pidocchi pubici possono essere trattati con shampoo e creme da banco contenenti piretrina e piperonil butossido o lindano, allo stesso modo dei pidocchi della testa. È necessario sottoporre a trattamento anche i partner sessuali. I pidocchi che colpiscono le ciglia possono essere trattati con vasellina applicata per 8-10 giorni, colliri fluoroangiografici, ivermectina assunta per via orale, una pomata a base di petrolio o un unguento di fisostigmina o con la rimozione attenta di ciascun pidocchio con uno strumento.

Trattamento della pediculosi del corpo

Solitamente, non viene usato alcun farmaco per eliminare i pidocchi del corpo; infatti, questi si trovano negli indumenti e nella biancheria, non sulla persona. I medici trattano i sintomi del paziente e consigliano la sostituzione o la decontaminazione degli indumenti e della biancheria interessati attraverso un lavaggio accurato o un lavaggio a secco. È ideale esporre questi oggetti a un calore di almeno 65 °C durante l’asciugatura.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE