Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Fratture del naso

Di

Sam P. Most

, MD, Stanford University School of Medicine

Ultima revisione/verifica completa apr 2018| Ultima modifica dei contenuti apr 2018
per accedere alla Versione per i professionisti
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento
  • Di solito, un naso rotto (fratturato) sanguina, fa male e si gonfia.

  • Per la diagnosi il medico osserva e palpa la piramide del naso,

  • a volte riuscendo a spingere i frammenti ossei in modo da ricomporli.

Le ossa del naso sono interessate da fratture più spesso delle altre ossa facciali. In caso di frattura delle ossa nasali, la mucosa che riveste il naso si lacera, causando sanguinamento (epistassi). In genere la piramide del naso viene spinta da un lato. Talvolta la cartilagine del setto nasale (il tessuto gommoso che divide la cavità nasale in due parti) può essere spinta da un lato. Se il sangue si raccoglie nella membrana che riveste la cartilagine del setto nasale (ematoma settale), la cartilagine può morire e quindi disintegrarsi, creando un avvallamento nella parte centrale (una deformità detta naso a sella).

Deformità del naso a sella

La deformità del naso a sella si verifica quando la cartilagine del naso muore e si disintegra. Di conseguenza la piramide nasale forma un avvallamento al centro.

Deformità del naso a sella

Talvolta, una frattura nasale comporta un danno alle ossa che uniscono il naso al cranio, causando la perdita di liquido che circonda il midollo spinale e il cervello (liquido cerebrospinale). Di conseguenza i batteri presenti nel naso penetrano nello spazio che circonda il cervello e il midollo spinale, causando un’infezione grave (meningite).

Sintomi

Un soggetto con epistassi, dolore, gonfiore e sensibilità nasale in seguito a un colpo brusco può avere il naso fratturato, che può sembrare curvo. Talvolta anche la zona intorno agli occhi appare livida. Il naso può rimanere gonfio per 3-5 giorni dopo la frattura.

Diagnosi

  • Visita medica

È necessario rivolgersi al medico, il quale cercherà di individuare ematomi del setto, perdite di liquido cerebrospinale e altre lesioni del viso che potrebbero dover essere trattate immediatamente.

Normalmente il medico diagnostica la frattura del naso avvertendo, con una leggera palpazione della piramide nasale, irregolarità nella forma e nell’allineamento, un movimento insolito delle ossa, una grossolana sensazione di ossa fratturate che si muovono le une contro le altre, e dolorabilità.

Di solito non si eseguono radiografie del naso in quanto non sono precise per la diagnosi delle fratture né utili per indicare il trattamento necessario. Se i medici sospettano un lesione ad altre ossa del viso o al cranio, eseguono una tomografia computerizzata (TC).

Sapevate che...

  • Nella maggior parte dei casi di frattura delle ossa nasali, per formulare la diagnosi l’esame obiettivo è più accurato delle radiografie.

Trattamento

  • Trattamento sintomatico del dolore e del gonfiore

  • Drenaggio tempestivo dell’ematoma settale

  • Talvolta, riallineamento delle ossa fratturate

Trattamento del dolore e del gonfiore

Applicare impacchi di ghiaccio (ogni 2 ore per 15 minuti per volta se possibile) per un paio di giorni, assumere analgesici (come paracetamolo) e dormire con la testa sollevata contribuisce a limitare il dolore e il gonfiore.

Trattamento degli ematomi

Gli ematomi del setto devono essere drenati al più presto. Il sangue deve essere rimosso per prevenire la distruzione della cartilagine.

Trattamento delle fratture

La frattura in sé può aspettare. Spesso i medici, dopo un trauma, aspettano 3-5 giorni, per permettere la riduzione del gonfiore, prima di rimettere nella posizione normale i frammenti ossei (riduzione). L’attesa permette al medico di valutare, tramite l’osservazione e la palpazione, se le parti siano correttamente allineate. Molte fratture nasali non alterano l’allineamento delle parti e non necessitano di riduzione.

Innanzitutto i medici somministrano agli adulti un anestetico locale che addormenta la zona. Ai bambini si somministra un’anestesia generale che provoca una temporanea perdita di coscienza. Facendo pressione con le dita e sollevando con uno strumento inserito nel naso, il medico riposiziona correttamente le ossa. Il naso viene poi stabilizzato con una stecca esterna. Potrebbe inoltre rendersi necessario inserire nel naso una garza (tamponamento nasale), nel contempo si somministrano antibiotici per ridurre il rischio di infezione. Le fratture delle ossa nasali guariscono in circa 6 settimane.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Fratture (Parte I)
Video
Fratture (Parte I)
Il sistema scheletrico è costituito da 206 ossa e fornisce supporto, consente i movimenti...
Modelli 3D
Vedi Tutto
Lacerazione del tendine rotuleo
Modello 3D
Lacerazione del tendine rotuleo

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE