Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Cefalea nevralgiforme unilaterale di breve durata con iniezione congiuntivale e lacrimazione (SUNCT)

Di

Stephen D. Silberstein

, MD, Sidney Kimmel Medical College at Thomas Jefferson University

Revisionato dal punto di vista medico lug 2021
CONSULTA LA VERSIONE PER I PROFESSIONISTI

La cefalea nevralgiforme unilaterale di breve durata con iniezione congiuntivale e lacrimazione (Short-lasting unilateral neuralgiform headache with conjunctival injection and tearing, SUNCT) è un disturbo raro che assomiglia alle cefalee a grappolo. Generalmente provoca attacchi di dolore brevi ma frequenti intorno all’occhio, su un solo lato della testa.

A causa delle caratteristiche comuni, la SUNCT e la cefalea a grappolo Cefalee a grappolo La cefalea a grappolo causa un dolore acuto alla tempia o intorno all’occhio, su un solo lato della testa, che dura per un periodo di tempo abbastanza breve (solitamente da 30 minuti a 1 ora)... maggiori informazioni sono spesso raggruppate insieme con il nome di cefalgie autonomico-trigeminali. Le cefalgie autonomico-trigeminali comprendono anche l’emicrania cronica parossistica e l’emicrania continua, tutte patologie molto rare.

Solitamente il dolore colpisce la zona intorno all’occhio, su un solo lato della testa. Le persone possono avere fino a 200 attacchi di dolore al giorno, che possono durare da 5 secondi a oltre 4 minuti. L’occhio colpito è arrossato (cosiddetta iniezione congiuntivale) e spesso lacrima.

I medici formulano la diagnosi di SUNCT in base ai sintomi. Viene eseguita una risonanza magnetica per immagini (RMI) per escludere altre cause.

Trattamento della SUNCT

  • Lidocaina

  • Per prevenire gli attacchi, farmaci anticonvulsivanti o iniezione di determinati farmaci

Per allevare il dolore immediato viene somministrata lidocaina (un anestetico) per via endovenosa.

Per prevenire gli attacchi, il medico può somministrare farmaci anticonvulsivanti (come lamotrigina, topiramato o gabapentin) oppure iniettare farmaci che bloccano o stimolano il nervo che alimenta l’occhio colpito (nervo ottico).

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI CONSULTA LA VERSIONE PER I PROFESSIONISTI
CONSULTA LA VERSIONE PER I PROFESSIONISTI
PARTE SUPERIORE