honeypot link

Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Vaping

Di

Gerald F. O’Malley

, DO, Grand Strand Regional Medical Center;


Rika O’Malley

, MD, Albert Einstein Medical Center

Ultima revisione/verifica completa giu 2020| Ultima modifica dei contenuti giu 2020
per accedere alla Versione per i professionisti

Vaping si riferisce all’inalazione di vapore (liquido volatilizzato) prodotto da dispositivi a batteria. Il vapore può contenere oli di nicotina, tetraidrocannabinolo (THC) e cannabinoide (CBD), come anche altre sostanze, aromatizzanti e additivi alimentari. Sebbene gli ingredienti del liquido si volatilizzino mediante riscaldamento, non avviene alcuna combustione; il “fumo” apparente è in realtà vapore acqueo.

Ingredienti

Nella sigarette elettroniche, il principio attivo è la nicotina liquida; non sono presenti altri derivati del tabacco. Le sigarette elettroniche e i vaporizzatori sono stati inizialmente immessi in commercio come dispositivi per aiutare le persone a smettere di fumare tabacco, ma gli utenti di sigarette elettroniche restano dipendenti dalla nicotina. Le sigarette elettroniche non hanno ricevuto l’approvazione dell’ente statunitense preposto al controllo di alimenti e medicinali (Food and Drug Administration, FDA) come dispositivi per smettere di fumare. 

Alcuni soggetti usano i vaporizzatori per inalare altri principi attivi diversi dalla nicotina, tra cui il principio attivo della marijuana (THC), oli di hashish, anfetamine e cannabinoidi sintetici.

Oltre all’acqua e al principio attivo, in genere i liquidi per vaping prodotti commercialmente contengono propilenglicole o liquidi vegetali a base di glicerina, oltre ad aromatizzanti e altre sostanze chimiche, comprese tracce di metalli. Gli agenti per vaping prodotti illegalmente probabilmente contengono altri principi inattivi, alcuni dei quali, come la vitamina E acetato, possono causare lesioni polmonari correlate al vaping.

Complicanze del vaping

Le potenziali complicanze del vaping includono

  • Uso di nicotina da parte di non fumatori, con conseguente sviluppo di dipendenza da nicotina

  • Grave lesione polmonare

Una preoccupazione è che i non fumatori, soprattutto adolescenti, che inalano nicotina, sviluppino dipendenza.

Sembra che alcune sostanze presenti nel vapore causino gravi lesioni polmonari e, talvolta, il decesso. I Centers for Disease Control and Prevention (CDC), la FDA e altri partner di salute pubblica e clinica stanno conducendo ricerche sulla diffusione a livello nazionale di lesioni polmonari associate all’uso di prodotti per sigarette elettroniche o vaping. (Vedere CDC: diffusione di lesioni polmonari associate all’uso di prodotti per sigarette elettroniche o vaping.)

I prodotti per vaping contenenti THC e quelli con vitamina E acetato sono correlati a casi di grave lesione polmonare correlata a vaping. Il CDC e la FDA raccomandano di non usare prodotti per sigarette elettroniche o vaping contenenti THC, in particolare provenienti da fonti informali come amici, familiari o spacciatori di persona o online. La vitamina E acetato non deve essere aggiunta a nessun prodotto per sigarette elettroniche o vaping.

Per ulteriori informazioni

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Feature.AlsoOfInterst.SocialMedia

PARTE SUPERIORE