Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Posizionamento di un sondino nasogastrico o intestinale

Di

Jonathan Gotfried

, MD,

  • Lewis Katz School of Medicine at Temple University
  • Penn State University

Ultima modifica dei contenuti giu 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti

L'intubazione nasogastrica o intestinale viene usata per decomprimere lo stomaco. Viene utilizzata per trattare l'atonia gastrica, l'ileo, o l'ostruzione; elimina sostanze tossiche ingerite, può servire ad introdurre antidoti (p. es., carbone attivo), o entrambi; si può utilizzare per ottenere un campione del contenuto gastrico da analizzare (volume, contenuto acido, sangue); e fornisce nutrienti.

Le controindicazioni all'intubazione nasogastrica comprendono

  • Ostruzione rinofaringea o esofagea

  • Gravi traumi maxillo-facciali

  • Turbe della coagulazione non corrette

Le varici esofagee sono state considerate in passato una controindicazione, ma non vi è evidenza di effetti avversi.

Sono disponibili diversi tipi di sonde. Il sondino di Levin o di Salem viene utilizzato per decomprimere lo stomaco o per eseguire delle analisi e raramente per un breve periodo di alimentazione. Una varietà di sondini intestinali lunghi e sottili viene utilizzata per l'alimentazione enterale a lungo termine.

Per il posizionamento del sondino, il paziente siede in posizione eretta o, se impossibilitato, in decubito laterale sinistro. Viene spruzzato un anestetico locale nel naso e nella faringe che riduce la sensazione di fastidio. Con il capo del paziente parzialmente flesso, il sondino lubrificato viene inserito attraverso la narice e diretto posteriormente e poi inferiormente seguendo la rinofaringe. Appena l'estremità raggiunge la parete posteriore della faringe, il paziente assume un sorso di acqua con una cannuccia. Violenti colpi di tosse con fuoriuscita di aria attraverso il sondino durante la respirazione indicano che la sonda è erroneamente posizionata in trachea. L'aspirazione di succo gastrico indica l'ingresso nello stomaco. Il posizionamento di sonde più grandi può essere confermato insufflando 20-30 mL di aria e auscultando con lo stetoscopio il passaggio dell'aria a livello dell'ipocondrio sinistro.

Alcune sonde da alimentazione enterale, più piccole e più flessibili, richiedono l'uso di guide metalliche o mandrini. Per il passaggio di queste sonde attraverso il piloro è di solito necessario il controllo fluoroscopico o endoscopico.

Le complicanze dell'intubazione sono rare e comprendono il trauma nasofaringeo con o senza emorragia, l'inalazione polmonare, l'emorragia o la perforazione traumatica esofagea o gastrica e (molto raramente) la penetrazione endocranica o mediastinica.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE