Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

honeypot link

Paracentesi

Di

Jonathan Gotfried

, MD, Lewis Katz School of Medicine at Temple University

Ultima modifica dei contenuti giu 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
Risorse sull’argomento

La paracentesi addominale viene usata per prelevare liquido ascitico da analizzare. Può anche essere utilizzata per rimuovere ascite sotto tensione che provochi difficoltà respiratoria o dolore o come trattamento per l'ascite cronica.

Le controindicazioni assolute alla paracentesi comprendono

  • Gravi turbe non correggibili della coagulazione del sangue

  • Un'infezione della parete addominale

Le controindicazioni relative sono la scarsa collaborazione del paziente, la presenza di cicatrici chirurgiche in corrispondenza dell'area da pungere, ampie masse intra-addominali e una grave ipertensione portale con circoli collaterali addominali.

Prima della paracentesi vengono eseguiti emocromo con formula, conta piastrinica e uno studio della coagulazione. Dopo aver vuotato la vescica, il paziente si siede a letto con il capo sollevato da 45 a 90°. Nei pazienti con ascite evidente e marcata, si localizza un punto di mezzo tra l'ombelico e l'osso pubico e lo si disinfetta con una soluzione antisettica e alcol. Altri due possibili siti per eseguire una paracentesi si trovano a circa 5 cm al di sopra e medialmente alla spina iliaca antero-superiore su entrambi i lati. Nei pazienti con ascite moderata, la precisa localizzazione del liquido ascitico è indicata mediante ecografia addominale. Posizionare il paziente in decubito laterale, spostando in basso il sito di inserzione previsto, promuove anche la migrazione delle anse intestinali piene d'aria verso l'alto, allontanandole dal punto di entrata.

Con metodica sterile, l'area viene anestetizzata sino al peritoneo con lidocaina 1%. Per la paracentesi diagnostica si utilizza una siringa da 50 mL con un ago da 18 gauge che entra in peritoneo (si avverte generalmente una sensazione di scatto durante il passaggio). Il liquido viene aspirato delicatamente e inviato per la conta cellulare, per la titolazione delle proteine o delle amilasi, per un esame citologico o per un esame colturale, in base alle necessità. Per la paracentesi terapeutica (di grandi volumi), viene utilizzata una cannula di 14 gauge collegata a un sistema di aspirazione sotto vuoto per raccogliere fino a 8 L di liquido ascitico. L'infusione concomitante di albumina EV è raccomandata durante la paracentesi di grandi volumi, per evitare cambiamenti significativi del volume intravascolare e ipotensione post-procedurale.

L'emorragia è la complicanza più frequente della paracentesi. Occasionalmente, nel caso di ascite sotto tensione, si può verificare una prolungata fuoriuscita di liquido ascitico in corrispondenza del punto di inserzione dell'ago.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Metti alla prova la tua conoscenza

Infezione da Helicobacter pylori
Persone con infezione da Helicobacter pylori presentano una probabilità 3-6 volte maggiore di sviluppare il cancro dello stomaco. Quale delle seguenti forme di cancro NON è associata all’infezione da H. pylori?

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE