Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Disfonia spasmodica

Di

Clarence T. Sasaki

, MD, Yale University School of Medicine

Ultima modifica dei contenuti mar 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti

La disfonia spasmodica (spasmo delle corde vocali) è lo spasmo intermittente dei muscoli laringei, che produce una voce alterata.

La causa della disfonia spasmodica è sconosciuta. I pazienti spesso riferiscono l'insorgenza dei sintomi a seguito di un'infezione delle alte vie respiratorie, di un periodo di eccessivo uso vocale o stress lavorativi o emotivi. Come forma localizzata di disturbo motorio, la disfonia spasmodica esordisce tra i 30 e i 50 anni di età e circa il 60% dei pazienti sono donne.

Ne esistono due forme:

  • Disfonia spasmodica adduttoria

  • Disfonia spasmodica abduttoria

Nella disfonia spasmodica adduttoria, i pazienti tentano di parlare attraverso la chiusura spasmodica delle corde vocali con una voce che appare strozzata, sforzata o affaticata. Questi episodi spasmodici in genere compaiono quando si formano i suoni delle vocali, in special modo all'inizio delle parole.

Nella meno frequente disfonia spasmodica abduttoria, improvvise interruzioni del suono causate dall'abduzione temporanea delle corde vocali sono associate a una perdita d'aria udibile durante il discorso articolato.

Trattamento

  • In caso di disfonia spasmodica adduttoria, intervento chirurgico, o iniezione di tossina botulinica

In caso di disfonia spasmodica adduttoria, l'intervento chirurgico ha avuto più successo rispetto ad altri approcci. L'iniezione di tossina botulinica negli adduttori vocali ha ripristinato una voce normale nel 70% dei pazienti per un periodo fino a 3 mesi. Giacché l'effetto è temporaneo, le iniezioni possono essere ripetute.

Per la disfonia spasmodica adduttoria, nessun trattamento noto allevia il disturbo in modo permanente, ma il miglioramento temporaneo è stato ottenuto con l'iniezione di tossina botulinica nel muscolo cricoaritenoideo posteriore (unico abduttore vocale).

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE