honeypot link

Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

I fatti in Breve

Reflusso gastroesofageo (GERD)

Di

The Manual's Editorial Staff

Ultima revisione/verifica completa ott 2019| Ultima modifica dei contenuti ott 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottenere tutti i dettagli
Risorse sull’argomento

Cos’è la malattia da reflusso gastroesofageo (gastroesophageal reflux disease, GERD)?

La GERD (reflusso acido) è una malattia causata dal ritorno nell’esofago del contenuto dello stomaco e di acido gastrico. L’esofago è il canale che collega la gola allo stomaco. Reflusso significa flusso all’indietro. Il reflusso acido è un problema, dato che l’acido gastrico può danneggiare l’esofago.

  • La GERD è un disturbo diffuso

  • Il sintomo più comune è il bruciore retrosternale, un bruciore intenso nel torace

  • La GERD può danneggiare permanentemente la mucosa interna dell’esofago

  • Può anche danneggiare le corde vocali, la faringe e i polmoni

  • Nella maggior parte dei casi, il trattamento allevia i sintomi

Quali sono le cause della GERD?

Un muscolo ad anello tiene chiusa l’estremità dell’esofago. Nella GERD, tale muscolo non funziona correttamente. Se il muscolo è debole o si rilassa al momento sbagliato oppure se la pressione nello stomaco è eccessiva, il suo contenuto può risalire lungo l’esofago.

La GERD di norma non è causata da un’eccessiva quantità di acido nello stomaco. Il problema è l’acido che refluisce nell’esofago. L’esofago, al contrario dello stomaco, non è rivestito da una mucosa in grado di proteggerlo dall’acido.

Quali sono i fattori di rischio di GERD?

È più probabile che un soggetto soffra di GERD in caso di:

  • Grosso aumento ponderale

  • Consumo di alcol, bevande gassate o caffeina

  • Fumo

  • Assunzione di certi farmaci

  • Durante la gravidanza

A prescindere dai fattori di rischio, i sintomi della GERD si manifestano maggiormente in posizione distesa.

Quali sono i sintomi della GERD?

  • Bruciore o fastidio nella parte centrale del torace (bruciore retrosternale), di solito dopo un pasto

  • Gusto amaro in bocca

  • Mal di gola, voce roca, tosse o a sensazione di un nodo in gola

I sintomi possono peggiorare se ci si distende subito dopo aver mangiato.

Quali sono le complicanze della GERD?

Nel tempo, il reflusso acido può danneggiare l’esofago e provocare:

  • Infiammazione cronica (esofagite)

  • Ulcere (piaghe aperte)

  • Restringimento dell’esofago (stenosi esofagea)

  • Cellule anomale nell’esofago che possono diventare cancerose (cosiddetto Esofagodi Barrett)

La GERD può anche danneggiare le corde vocali, la faringe e i polmoni.

Come viene diagnosticata la GERD?

  • Di solito si può diagnosticare in base ai sintomi e non sono necessari esami

  • Può essere necessario esaminare l’esofago con un tubo flessibile (endoscopia)

  • Raramente è necessario misurare la quantità di acido nell’esofago mediante un sottile tubo flessibile con un sensore all’estremità (test del pH esofageo)

  • Talvolta si procede all’esame del muscolo all’estremità dell’esofago per controllare se funziona (manometria esofagea)

Come si tratta la GERD?

Il medico può raccomandare le seguenti misure:

  • Evitare cibi che peggiorano la GERD, come cioccolata, salsa di pomodoro, cibi grassi o fritti e condimenti contenenti aceto

  • Evitare il consumo di alcol, caffè e bevande acide, come bevande gassate e succo d’arancia

  • Evitare di mangiare per 2-3 ore prima di coricarsi

  • Non fumare

  • Sollevare la testiera del letto di circa 15 centimetri

  • Perdere peso, se si è in sovrappeso

Se queste misure non hanno successo, possono essere prescritti farmaci che riducono la quantità di acido nello stomaco.

  • I farmaci che riducono l’acido nello stomaco sono gli inibitori della pompa protonica e i bloccanti dei recettori H2

  • Il farmaco viene assunto per 4-12 settimane o più a lungo, in modo da consentire la guarigione dell’esofago

Il medico può raccomandare il trattamento chirurgico se i farmaci risultano inefficaci. Il trattamento chirurgico è chiamato fundoplicazione. Il chirurgo avvolge parte dello stomaco attorno alla parte inferiore dell’esofago, impedendo al contenuto dello stomaco di refluire.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE