Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Fratture delle fisi (cartilagine di accrescimento) ossee in età pediatriche

Di

Danielle Campagne

, MD, University of San Francisco - Fresno

Ultima modifica dei contenuti lug 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Risorse sull’argomento

Le cartilagini di accrescimento aperte nei bambini sono spesso coinvolte in fratture. La diagnosi viene fatta con RX standard (diretta). Il trattamento è con riduzione chiusa e immobilizzazione o con riduzione aperta con fissazione interna.

L'osso cresce quando del tessuto viene aggiunto al disco epifisario (cartilagine di accrescimento), che è delimitato prossimalmente dalla metafisi e distalmente dall'epifisi (vedi figura Classificazione di Salter-Harris delle fratture della cartilagine di accrescimento). L'età alla quale la cartilagine di accrescimento si chiude e l'accrescimento osseo si interrompe varia a seconda dell'osso, ma la cartilagine di accrescimento si chiude in tutte le ossa entro il 20 esimo anno di età (vedi figura Dischi epifisari (cartilagine di accrescimento)).

Prima della chiusura, la cartilagine di accrescimento è la parte più fragile dell'osso e quindi si lesiona frequentemente quando su di essa viene applicata una forza. Le fratture della cartilagine di accrescimento possono estendersi nella metafisi e/o epifisi; i diversi tipi di frattura sono classificati dal sistema di Salter-Harris. Il rischio di aumento della riduzione della crescita, aumenta con la progressione del tipo di frattura dal I al V. In inglese, un metodo mnemonico utile per i tipi di distacco epifisari è la "SALTR":

  • Salter I: S = "Straight" (la linea di frattura si estende lungo la cartilagine di accrescimento)

  • Salter II: A = Above (la linea di frattura si estende dalla cartilagine si accrescimento verso la metafisi ossea)

  • Salter III: L = "Lower" (la linea di frattura si estende verso l'epifisi ossea)

  • Salter IV: T = "Through" (attraverso la linea di frattura coinvolge la metafisi, la cartilagine di accrescimento, e l'epifisi)

  • Salter V: R = "Rammed" (la cartilagine di accrescimento è schiacciata)

I bambini con fratture che coinvolgono l'epifisi e la cartilagine di accrescimento (tipi Salter III e IV) o che schiacciano la cartilagine di accrescimento (Salter tipo V) tendono ad avere una prognosi più brutta.

Classificazione di Salter-Harris delle fratture della cartilagine di accrescimento

I tipi da I a IV sono separazioni della fisi; la cartilagine di accrescimento è separata dalla metafisi. Il tipo II è il più frequente, e il tipo V è il più raro.

Classificazione di Salter-Harris delle fratture della cartilagine di accrescimento

Dischi epifisari (cartilagine di accrescimento)

I primi numeri indicano l'età in cui appare per la prima ossificazione sulle radiografie; le cifre tra parentesi evidenziano l'età in cui si verifica l'unione.

Dischi epifisari (cartilagine di accrescimento)

Diagnosi

  • RX standard (diretta)

Le fratture della cartilagine di accrescimento sono sospettate nei bambini che hanno dolore e gonfiore localizzato sopra la cartilagine di accrescimento o che non riescono a muovere o caricare l'arto leso.

Le RX standard (dirette) sono il test diagnostico di prima scelta. Se i risultati sono equivoci, può essere di aiuto il confronto radiografico con l'arto controlaterale. Nonostante l'utilizzo di radiogrammi comparativi, le radiografie possono apparire normali nei tipi Salter I e V. Se le radiografie appaiono normali, ma si sospetta una frattura della cartilagine di accrescimento, i pazienti sono considerati fratturati, e viene applicata una stecca o un bendaggio rigido, ed i pazienti sono rivalutati dopo alcuni giorni. Il dolore continuo e la tumefazione suggeriscono una lesione della cartilagine di accrescimento.

Trattamento

  • Riduzione chiusa (se necessaria) e immobilizzazione o riduzione aperta con fissazione interna, a seconda della frattura

A seconda del tipo di frattura, la riduzione chiusa è di solito sufficiente per i tipi I e II; la tecnica di riduzione a cielo aperto con fissazione interna è spesso necessaria per i tipi III e IV.

I pazienti con lesioni di tipo V devono essere inviati a un ortopedico pediatra perché questo tipo di lesione porta quasi sempre ad alterazioni dell'accrescimento.

Punti chiave

  • Poiché la cartilagine di accrescimento è più fragile nei bambini, essa è spesso lesionata prima di altre strutture portanti (p. es., i legamenti principali).

  • La prognosi tende a essere peggiore nei bambini con i tipi III, IV e V di Salter rispetto quelli con i tipi I e II.

  • Prendere in considerazione il confronto radiografico con l'arto controlaterale, se si sospetta una frattura che non si evidenzia con la radiografia dell'arto leso.

  • La riduzione a cielo aperto con fissazione interna è spesso necessaria per i tipi III e IV.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Come eseguire una toracostomia con ago
Video
Come eseguire una toracostomia con ago
Modelli 3D
Vedi Tutto
Torace
Modello 3D
Torace

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE