Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Miopatie congenite

Di

Michael Rubin

, MDCM, New York Presbyterian Hospital-Cornell Medical Center

Ultima modifica dei contenuti gen 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti

La miopatia congenita è un termine applicato a volte a centinaia di disturbi neuromuscolari distinti che possono essere congeniti, ma è solitamente riservato a un gruppo di rare patologie ereditarie, principalmente muscolari, che causano ipotonia e debolezza alla nascita o durante il periodo neonatale e, in alcuni casi, un ritardato sviluppo motorio più tardivo durante l'infanzia.

Le miopatie congenite sono un gruppo di disturbi muscolari genetici caratterizzati clinicamente da ipotonia e debolezza, solitamente presenti dalla nascita, con un decorso clinico statico o lentamente progressivo. Sebbene le distrofie muscolari siano anche disturbi genetici che causano debolezza muscolare, differiscono dalle miopatie congenite per l'età d'esordio, per la distribuzione dei muscoli interessati e per la presenza di alterazioni distrofiche caratteristiche (p. es., necrosi e rigenerazione delle fibre muscolari) non presenti nei campioni bioptici di miopatie congenite.

I 3 tipi più frequenti di miopatia congenita, in ordine, sono

  • Miopatie centrali e multiminicore (miopatie principali)

  • Miopatia centronucleare

  • Miopatia nemalinica

I tipi si distinguono soprattutto per le loro caratteristiche istologiche, la sintomatologia e la prognosi.

La diagnosi di miopatia congenita è suggerita dal quadro clinico ed è confermata dalla biopsia muscolare e talvolta dalla RM dei muscoli. Recentemente, sono state identificate le basi genetiche di molte delle diverse forme di miopatia congenita e talvolta il test del DNA viene eseguito a seconda dei risultati della valutazione clinica e di altri test.

Il trattamento della miopatia congenita è di supporto e comprende la fisioterapia, che può aiutare il mantenimento della funzionalità.

Miopatia nucleare centrale e miopatia multiminicore (miopatie del nucleo)

La miopatia del nucleo centrale e la miopatia multiminicore (miopatie del nucleo) sono la forma più comune di miopatia congenita e sono più comunemente associate alle mutazioni di RYR1. L'ereditarietà è solitamente autosomica dominante, ma esistono forme recessive e sporadiche. Le miopatie nucleari sono caratterizzate da regioni (nucleo) dei campioni di biopsia muscolare in cui la colorazione enzimatica ossidativa è assente; le regioni possono essere periferiche o centrali, focali, multiple, o estese. La miopatia nucleare centrale è stata la prima miopatia congenita a essere identificata.

La maggior parte dei pazienti affetti sviluppa ipotonia e una lieve debolezza dei muscoli prossimali fin dalla nascita, ma a volte i sintomi di miopatia nucleare possono manifestarsi in età adulta. Molti presentano debolezza facciale. La debolezza non è progressiva, e l'aspettativa di vita è normale, ma alcuni pazienti sono gravemente malati e richiedono una sedia a rotelle. La mutazione del gene associata alla miopatia nucleare centrale è anche associata ad aumentata predisposizione all'ipertermia maligna.

Miopatia centronucleare

La miopatia centronucleare è caratterizzata da un'abbondanza di nuclei centrali alla biopsia muscolare. Questa miopatia può essere legata all'X, autosomica dominante o autosomica recessiva, ma la maggior parte dei geni implicati codifica le proteine del traffico di membrana.

Le forme legate all'X sono le più comuni e più gravi e la maggior parte dei bambini colpiti non sopravvivono oltre il primo anno di vita.

Le forme autosomiche dominanti si manifestano tipicamente nell'adolescenza o nell'età adulta con mialgia indotta dall'esercizio, debolezza bifacciale, ptosi e oftalmoplegia esterna.

Miopatia nemalinica

Questa miopatia, una delle miopatie congenite più diffuse, può essere autosomica dominante o recessiva. Le mutazioni che la causano sono state identificate in 10 geni e tutti sono legati alla produzione di sottili filamenti proteici.

La miopatia nemalinica può essere grave, moderata, oppure lieve. I pazienti più colpiti possono avere debolezza dei muscoli respiratori e insufficienza respiratoria. Nei casi moderati della malattia è presente un indebolimento progressivo nei muscoli del volto, del collo, del tronco e dei piedi, però l'aspettativa di vita può essere quasi normale. La malattia lieve non è progressiva e l'aspettativa di vita è normale.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Circolazione del cuore prenatale
Video
Circolazione del cuore prenatale
Il cuore e il sistema circolatorio di un feto iniziano a formarsi subito dopo il concepimento...
Modelli 3D
Vedi Tutto
Fibrosi cistica: difettoso trasporto di cloruro
Modello 3D
Fibrosi cistica: difettoso trasporto di cloruro

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE