Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Laringite

Di

Clarence T. Sasaki

, MD,

  • The Charles W. Ohse Professor of Surgery and Director, Yale Larynx Lab
  • Yale University School of Medicine

Ultima modifica dei contenuti mar 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
Risorse sull’argomento

La laringite è un'infiammazione della laringe, solitamente dovuta a virus o ad abuso vocale. Il risultato è un'alterazione acuta della voce, con volume ridotto e raucedine. La diagnosi si basa sui reperti clinici. La laringoscopia è necessaria nel caso di sintomi persistenti per > 3 settimane. La laringite virale è autolimitante. Altre cause infettive o irritanti possono richiedere un trattamento specifico.

La causa più diffusa di laringite acuta è

  • infezione virale delle prime vie respiratorie

Laringite indotta da tosse può comparire anche in caso di bronchite, polmonite, influenza, pertosse, morbillo e difterite. Abuso vocale (soprattutto parlando ad alta voce o cantando), reazioni allergiche, reflusso gastroesofageo, bulimia o inalazione di sostanze irritanti (p. es., il fumo di sigaretta o certi farmaci in aerosol) possono causare laringite acuta o cronica. I farmaci possono indurre edema laringeo potenzialmente pericoloso per la vita, per esempio, come effetto collaterale di ACE-inibitori. La laringite batterica è estremamente rara. Il fumo di sigaretta può causare l'edema di Reinke, una condizione edematosa a carico di entrambe le corde vocali.

Sintomatologia

Il sintomo più evidente della laringite solitamente è

  • Un cambiamento innaturale della voce

Il volume è in genere fortemente ridotto; alcuni pazienti sviluppano afonia. Possono comparire raucedine, sensazione di prurito in gola, irritazione e un costante stimolo a schiarirsi la gola. I sintomi variano a seconda della gravità dell'infiammazione.

Febbre, malessere, disfagia e mal di gola possono comparire nelle infezioni più gravi. L'edema laringeo, per quanto raro, può causare stridore e dispnea.

Diagnosi

  • Valutazione clinica

  • A volte laringoscopia indiretta o diretta

La diagnosi di laringite è formulata sulla base della sintomatologia.

La laringoscopia indiretta, o quella diretta mediante strumento flessibile a fibre ottiche, è raccomandata nel caso di sintomi persistenti per > 3 settimane; i segni riscontrabili in caso di laringite comprendono l'eritema, da lieve a spiccato, della mucosa che può anche essere edematosa. In caso di reflusso il rivestimento interno della laringe appare tumefatto e si ha un arrossamento delle aritenoidi.

In presenza di una pseudomembrana si deve sospettare una difterite.

Trattamento

  • Trattamento sintomatico (p. es., sedativi della tosse, riposo vocale, inalazioni di vapore)

Non esiste un trattamento specifico per la laringite virale.

Sedativi della tosse, riposo vocale e inalazioni di vapore alleviano i sintomi e promuovono la risoluzione della laringite acuta. La sospensione del fumo e il trattamento della bronchite acuta o cronica possono alleviare la laringite.

A seconda della causa presunta, possono essere utili trattamenti specifici per controllare reflusso gastroesofageo, bulimia o laringite indotta da farmaci.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE