Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Ustioni solari

Di

Julia Benedetti

, MD, Harvard Medical School

Ultima modifica dei contenuti set 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
Risorse sull’argomento

La scottatura solare è caratterizzata da eritema e qualche volta da dolore e vesciche causate dalla sovraesposizione alle radiazioni ultraviolette solari. Il trattamento è simile a quello per le ustioni termiche, compresi impacchi freddi, FANS, e, nei casi gravi, medicazioni sterili e antimicrobici topici. È fondamentale la prevenzione evitando l'esposizione e utilizzando schermi solari.

Le ustioni derivano da una sovraesposizione della cute alle radiazioni ultraviolette; lunghezze d'onda nello spettro UVB (280-320 nm) provocano gli effetti più marcati.

Sintomatologia

La sintomatologia della scottatura solare compare in 1-24 h e, ad eccezione delle reazioni severe, raggiunge il picco entro 72 h (solitamente tra le 12 e le 24 h). Le alterazioni cutanee variano da eritema lieve, con conseguente desquamazione superficiale, al dolore, gonfiore, edema cutaneo e vesciche. Si possono manifestare sintomi sistemici (p. es., febbre, brividi, debolezza, shock), come per un'ustione termica, se è interessata una gran parte della superficie del corpo; questi sintomi possono essere causati dal rilascio di citochine infiammatorie come IL-1. Nei giorni successivi la pelle molto scottata dal sole può esfoliare.

Le complicanze più comuni della scottatura solare sono infezioni secondarie, pigmentazione a macchie permanenti e significativo aumento del rischio di cancro della pelle. La cute esfoliata può essere estremamente sensibile alla luce solare per molte settimane.

Trattamento

  • Impacchi freddi

  • Farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS)

Bisogna evitare l'ulteriore esposizione alla luce solare fino alla completa regressione della scottatura. Gli impacchi con acqua fredda e FANS per via orale contribuiscono ad alleviare i sintomi, come anche le applicazioni topiche (p. es., aloe vera, altre lozioni a base di acqua). I prodotti a base di petrolato, come la vaselina, devono essere evitati nelle gravi ustioni solari. I corticosteroidi topici non sono più efficaci degli impacchi freddi. Le aree con vescicole devono essere trattate come tutte le altre ustioni a medio spessore ( Gestione iniziale della lesione), con medicazioni sterili e sulfadiazina argentica.

Devono essere evitati in genere gli unguenti o le lozioni contenenti anestetici (p. es., benzocaina) o difenidramina per il rischio di dermatite allergica da contatto.

Il trattamento precoce di una scottatura estesa e grave con un corticosteroide sistemico (p. es., prednisone da 20 a 30 mg per via orale 2 volte/die per 4 giorni negli adulti o negli adolescenti) può ridurre il disagio, ma è controverso.

Prevenzione

Semplici precauzioni (p. es., evitare il sole in particolare a mezzogiorno; indossare indumenti a trama fitta, un cappello e occhiali da sole; applicare schermi solari) riducono significativamente le possibilità di scottature.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Come drenare un ematoma subungueale
Video
Come drenare un ematoma subungueale

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE