Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

honeypot link

Follicolite

Di

Wingfield E. Rehmus

, MD, MPH, University of British Columbia

Ultima modifica dei contenuti feb 2021
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
Risorse sull’argomento

La follicolite è un'infezione dei follicoli piliferi. La diagnosi è clinica. Il trattamento è con clindamicina topica.

L'eziologia della follicolite è spesso poco chiara, ma è noto che la sudorazione, il trauma, l'attrito e l'occlusione della pelle potenziano l'infezione. L'agente patogeno può essere batterico, fungino, virale o parassitario. La follicolite batterica è solitamente causata da Staphylococcus aureus, ma occasionalmente Pseudomonas aeruginosa (follicolite da vasca idromassaggio) o altri microrganismi sono stati segnalati. La follicolite da vasca idromassaggio si verifica a causa del trattamento chimico inadeguato dell'acqua. L'acne Acne vulgaris L'acne vulgaris è caratterizzata dalla formazione di comedoni, papule, pustole, noduli, e/o cisti in seguito all'ostruzione e all'infiammazione delle unità pilosebacee (follicoli piliferi e... maggiori informazioni  Acne vulgaris è una forma non infettiva di follicolite.

Sintomatologia

I sintomi della follicolite sono dolore lieve, prurito, o irritazione. I segni di follicolite consistono in una pustola superficiale o un nodulo infiammatorio intorno a un follicolo pilifero. I peli infetti cadono o vengono rimossi con facilità dal paziente, ma tendono a svilupparsi nuove papule. La crescita di peli rigidi nella cute può causare un'irritazione o un'infiammazione cronica di basso grado che può simulare una follicolite infettiva (pseudofollicolite della barba Pseudofollicolite della barba La pseudofollicolite della barba è un'irritazione cutanea dovuta ai peli che penetrano nella cute prima di uscire dal follicolo pilifero oppure escono dal follicolo e si piegano all'indietro... maggiori informazioni  Pseudofollicolite della barba ).

Diagnosi della follicolite

  • Valutazione clinica

Il reperto cutaneo primario nella follicolite è una pustola e un'infiammazione perifollicolare.

Test microbiologici non sono indicati di routine.

Trattamento della follicolite

  • Clindamicina lozione o gel all'1%

Giacché la maggioranza delle follicoliti sono causate da S. aureus, si può applicare topicamente una lozione o gel di clindamicina all'1%, 2 volte/die per 7-10 giorni. In alternativa, si può utilizzare una soluzione di perossido di benzoile al 5% durante la doccia per 5-7 giorni. Un interessamento cutaneo esteso può giustificare la terapia sistemica (p. es., cefalexina 250-500 mg per via orale da 3 a 4 volte/die per 10 giorni). Se con queste misure non si ottiene la guarigione, le pustole vengono sottoposte a colorazione di Gram e a coltura per escludere un'eziologia da Gram-negativi o da S. aureus meticillino-resistente e si effettuano colture dalle narici per escludere la presenza di stafilococchi nasali. Per escludere una follicolite micotica si deve eseguire un preparato a fresco con idrossido di potassio su un capello strappato.

La follicolite da bagno caldo si risolve di solito senza trattamento. Tuttavia, è necessaria un'adeguata clorazione della vasca per prevenire le recidive e proteggere gli altri dall'infezione.

Punti chiave sulla follicolite

  • La follicolite può essere causata da vari agenti patogeni e tende a essere potenziata dalla traspirazione, dal trauma, dall'attrito e dall'occlusione della pelle.

  • La follicolite batterica è generalmente causata da Staphylococcus aureus ma di tanto in tanto Pseudomonas aeruginosa (follicolite da vasca idromassaggio).

  • Trattare la follicolite da stafilococco con lozione o gel a base di clindamicina all'1% o con una soluzione di perossido di benzoile al 5%.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni
Metti alla prova la tua conoscenza
Nei
I nei di solito compaiono nell’infanzia o nell’adolescenza e possono essere classificati in cinque tipi diversi. Di questi tipi di nevi, quale dei seguenti appare come melanociti dendritici profondamente pigmentati e melanofagi diffusi nel derma all’esame istologico?

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE