Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Dietoterapia

Di

Denise Millstine

, MD,

  • Senior Associate Consultant
  • Mayo Clinic

Ultima modifica dei contenuti set 2018
Clicca qui per l’educazione dei pazienti

La dietoterapia è una pratica basata su principi biologici, che utilizza specifici regimi alimentari (p. es., la terapia Gerson, diete macrobiotiche, Pritikin dieta) per

  • Trattare o prevenire un disturbo specifico (p. es., il cancro, disturbi cardiovascolari)

  • Generalmente promuovere il benessere

  • Disintossicare il corpo (ossia, neutralizzare o eliminare le tossine dal corpo)

Alcune diete (p. es., dieta mediterranea) sono ampiamente accettate e incoraggiate nella medicina convenzionale e integrativa.

Gli effetti della terapia dietetica possono verificarsi lentamente e sono intrinsecamente difficili da studiare.

Dieta Ornish

Questa dieta vegetariana molto povera di grassi contribuisce a far regredire le placche arteriose che causano la malattia coronarica e può aiutare a prevenire o rallentare la progressione del tumore della prostata e di altri tumori. Come componente di un programma di stile di vita intensivo per i partecipanti con malattia coronarica sintomatica, la dieta Ornish è efficace e consente di risparmiare (1).

Dieta Gerson

La dieta Gerson prevede il consumo da 15 a 20 libbre di frutta e verdura (in cibi solidi e succhi di frutta) ogni giorno, più l'assunzione di integratori e l'utilizzo di clisteri di caffè. I fautori sostengono che questo protocollo è efficace per il trattamento del cancro, malattie cardiache, artrite, malattie autoimmuni, e il diabete; tuttavia, non ci sono studi clinici rigorosi per supportare qualsiasi di queste affermazioni (2). Inoltre, questa presunta disintossicazione non si basa sull'identificazione e sulla misurazione di qualsiasi tossina specifica.

Un rischio con questa terapia è che la sua dubbia efficacia (p. es., contro il cancro) possa ritardare il trattamento con le terapie convenzionali efficaci e peggiorarne l'esito. Inoltre, la modifica alla dieta e alla terapia è piuttosto costosa.

Dieta macrobiotica

Questa dieta consiste principalmente nel consumo di verdura, grani integrali, frutta e cereali. Alcuni sostenitori affermano che questa dieta può prevenire e curare il cancro e altre malattie croniche; tuttavia, nessuna prova supporta l'efficacia di una dieta macrobiotica per il trattamento del cancro.

I rischi di seguire questa dieta, a parte la mancanza di efficacia nella prevenzione o nella terapia, sono pochissimi (3).

Dieta Paleo

Questa dieta è costituita da tipi di alimenti consumati presumibilmente durante il Paleolitico, quando ci si nutriva di cacciagione e verdure raccolte (ossia, gli animali e le piante selvatiche). Così, la dieta comprende

  • Aumento dell'apporto proteico

  • Diminuzione dell'assunzione di carboidrati (con consumo prevalente di frutta fresca e verdura)

  • Un moderato o elevato consumo di grassi (assumendo principalmente grassi monoinsaturi e polinsaturi)

Dalla dieta vanno eliminati tutti quegli alimenti che si pensa non fossero disponibili durante il Paleolitico (p. es., prodotti lattiero-caseari, i cereali, i legumi, oli elaborati, zucchero raffinato, sale e caffè). I fautori sostengono che il metabolismo umano non si sia adattato per gestire molti di questi alimenti.

Si pensa che la dieta Paleo riduca il rischio di malattia coronarica, sindrome metabolica, diabete di tipo 2 e molte malattie degenerative croniche (4, 5). La dieta paleo promuove anche potenzialmente la perdita di peso, migliorare le prestazioni atletiche il sonno e le funzioni mentali. Tuttavia, ci sono prove limitate riguardo l'efficacia di questa dieta.

I rischi legati a questa dieta comprendono la nutrizione insufficiente (a causa della scarsa assunzione di cereali integrali e latticini).

La conoscenza di ciò che si consumava in epoca paleolitica è limitata; tuttavia, alcune evidenze suggeriscono che la dieta del Paleolitico non fosse così limitata come la moderna dieta Paleo.

Riferimenti

  • 1. Zeng W, Stason WB, Fournier S, et al: Benefits and costs of intensive lifestyle modification programs for symptomatic coronary disease in Medicare beneficiaries. Am Heart J 165(5):785-92, 2013. doi: 10.1016/j.ahj.2013.01.018.

  • 2. Cassileth B: Gerson regimen. Oncology (Williston Park) 24(2):201, 2010.

  • 3. Harmon BE, Carter M, Hurley TG, et al: Nutrient composition and anti-inflammatory potential of a prescribed macrobiotic diet. Nutr Cancer. 67(6):933-40, 2015. doi: 10.1080/01635581.2015.1055369.

  • 4. Manheimer EW, van Zuuren EJ, Fedorowicz Z, et al: Paleolithic nutrition for metabolic syndrome: systematic review and meta-analysis. Am J Clin Nutr102(4):922-32, 2015. doi: 10.3945/ajcn.115.113613. 

  • 5. Whalen KA, Judd S, McCullough ML, et al: Paleolithic and Mediterranean Diet Pattern Scores Are Inversely Associated with All-Cause and Cause-Specific Mortality in Adults. J Nutr 147(4):612-620, 2017. doi: 10.3945/jn.116.241919. 

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE