Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Camomilla

Di

Laura Shane-McWhorter

, PharmD, University of Utah College of Pharmacy

Ultima modifica dei contenuti ott 2018
Clicca qui per l’educazione dei pazienti

Il fiore della camomilla essiccato è bevuto come infuso, consumato come capsula, o utilizzato topicamente come estratto.

Presunti effetti

Si ritiene che la camomilla riduca l'infiammazione e la febbre, che agisca come blando sedativo, con attività antidepressiva, che allevi i crampi gastrici e l'indigestione e promuova la guarigione dell'ulcera gastrica. Si ritiene che l'estratto di camomilla per uso topico nelle medicazioni riduca l'irritazione cutanea. Il meccanismo d'azione è dovuto all'olio essenziale contenente bisabololo ed i flavonoidi apigenina e luteolina.

Evidenze

Le poche evidenze di sperimentazione clinica sconsigliano un qualsiasi uso della camomilla. Tuttavia, un trial randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo in cui venivano somministrate delle capsule per via orale con estratto di camomilla (standardizzato al 1,2% di apigenina) nei pazienti con ansia da lieve a moderata (1) e un trial open-label per disturbo da ansia generalizzata (2) hanno mostrato una possibile attività ansiolitica modesta. La camomilla ha anche attività antidepressiva (3).

Effetti avversi

La camomilla è generalmente sicura; tuttavia, sono state riportate reazioni di ipersensibilità, soprattutto nelle persone allergiche ai membri della famiglia delle Asteraceae (p. es., semi di girasole, ambrosia) sia verso la pianta ed i pollini delle piante in fiore. I sintomi tipici sono lacrimazione, starnuti, disturbi gastrointestinali, dermatiti ed anafilassi.

Interazioni farmacologiche

La camomilla può ridurre l'assorbimento di farmaci per via orale. La camomilla può anche aumentare gli effetti degli anticoagulanti e dei sedativi (compresi barbiturici e alcol) e diminuire l'assorbimento degli integratori di ferro.

Riferimenti bibliografici riguardanti la camomilla

  • Amsterdam JD, Li Y, Soeller I, et al: A randomized, double-blind, placebo-controlled trial of oral Matricaria recutita (chamomile) extract therapy for generalized anxiety disorder. J Clin Psychopharmacol 29(4):378-382, 2009. doi: 10.1097/JCP.0b013e3181ac935c.

  • Keefe JR, Mao JJ, et al: Short-term open-label chamomile (Matricaria chamomilla L.) therapy of moderate to severe generalized anxiety disorder. Phytomedicine 23(14):1699-1705, 2016. doi: 10.1016/j.phymed.2016.10.013. 

  • Amsterdam JD, Shults J, Soeller I, et al: Chamomile (Matricaria recutita) may provide antidepressant activity in anxious, depressed humans: an exploratory study. Altern Ther Health Med 18 (5):44-49, 2012.

Per ulteriori informazioni

  • NIH National Center for Complementary and Integrative Health: Chamomile

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Come adattare e utilizzare le stampelle
Video
Come adattare e utilizzare le stampelle

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE