Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

honeypot link

Aglio

Di

Laura Shane-McWhorter

, PharmD, University of Utah College of Pharmacy

Ultima modifica dei contenuti lug 2020
Clicca qui per l’educazione dei pazienti

I bulbi di aglio (Allium sativum) vengono estratti e trasformati in compresse, polvere, e olio; il principale ingrediente attivo è l'allicina o l'S-allilcisteina, un sottoprodotto aminoacidico. L'aglio può anche essere consumato crudo o cotto. Poiché i principi attivi sono volatili e distrutti dall'atto della frantumazione, la quantità di principio attivo nelle varie forme di aglio varia notevolmente. I supplementi sono meglio standardizzati per la quantità di composto attivo. L'estratto di aglio invecchiato, a base di aglio autorizzato dopo i 20 mesi d'età, presenta composti attivi più stabili rispetto alla maggior parte delle forme. Il consumo di integratori di aglio in questa forma sembra conferire i maggiori benefici per la salute e nessun effetto avverso.

Presunti effetti

Si ritiene che l'aglio abbia effetti favorevoli su diversi fattori di rischio cardiaci, come la riduzione della pressione arteriosa e dei livelli sierici di lipidi e glucosio; l'aglio inibisce le piastrine in vitro. Si ritiene anche che l'aglio protegga contro il cancro laringeo, gastrico, colorettale ed endometriale e contro i polipi colorettali.

Evidenze

La prova più forte disponibile che avvalora l'integrazione alimentare a base di aglio, in particolare sotto forma di estratto di aglio invecchiato, è la riduzione della pressione arteriosa. Una meta-analisi del 2016 ha valutato 20 studi (970 soggetti) in cui la durata dello studio variava da 2 a 24 settimane. Una varietà di preparazioni a base di aglio comprendeva aglio in polvere ed estratto di aglio invecchiato. La riduzione media della pressione sistolica e diastolica è stata di 5,1 mmHg e 2,5 mmHg, rispettivamente (1) Riferimenti relativi all'aglio I bulbi di aglio (Allium sativum) vengono estratti e trasformati in compresse, polvere, e olio; il principale ingrediente attivo è l'allicina o l'S-allilcisteina, un sottoprodotto aminoacidico... maggiori informazioni .

I risultati degli effetti ipolipemizzanti della supplementazione di aglio sono stati piuttosto inconsistenti. Una meta-analisi del 2013 di 39 studi randomizzati controllati (2298 partecipanti) ha rilevato che l'aglio ha abbassato il colesterolo totale di 17 mg/dL (0,4 mmol/L) e LDL (lipoproteine a bassa densità) colesterolo di 9 mg/dL (0,2 mmol/L) (2) Riferimenti relativi all'aglio I bulbi di aglio (Allium sativum) vengono estratti e trasformati in compresse, polvere, e olio; il principale ingrediente attivo è l'allicina o l'S-allilcisteina, un sottoprodotto aminoacidico... maggiori informazioni .

Una meta-analisi del 2015 di 7 studi (513 soggetti) ha verificato l'efficacia dell'aglio nel ridurre la glicemia a digiuno (3) Riferimenti relativi all'aglio I bulbi di aglio (Allium sativum) vengono estratti e trasformati in compresse, polvere, e olio; il principale ingrediente attivo è l'allicina o l'S-allilcisteina, un sottoprodotto aminoacidico... maggiori informazioni . Sono necessari altri studi per valutare l'impatto sull'emoglobina A1C. Le prove scientifiche dell'assunzione di aglio o l'uso di integratori a base di esso mostra limitata o nessuna protezione contro il cancro. Una revisione sistematica del 2016 e una meta-analisi per valutare l'assunzione di aglio in relazione all'incidenza del cancro del colon-retto non hanno trovato alcun effetto protettivo (4) Riferimenti relativi all'aglio I bulbi di aglio (Allium sativum) vengono estratti e trasformati in compresse, polvere, e olio; il principale ingrediente attivo è l'allicina o l'S-allilcisteina, un sottoprodotto aminoacidico... maggiori informazioni .

Nella maggior parte di questi studi mancano i dettagli specifici riguardo l'integratore e/o la concentrazione di principi attivi nel supplemento, che possono spiegare i risultati variabili.

Effetti avversi

Possono verificarsi cattivo odore del corpo e dell'alito e nausea; alte dosi possono causare bruciore orale, esofageo o gastrico.

Interazioni farmacologiche

Teoricamente, l'aglio è controindicato nei pazienti con diatesi emorragica o che assumono antipertensivi, antiaggreganti o warfarin. L'aglio può ridurre i livelli sierici di saquinavir. L'aglio può interagire con i farmaci che riducono i livelli di zucchero nel sangue, causando la possibile ipoglicemia.

Riferimenti relativi all'aglio

  • Ried K: Garlic lowers blood pressure in hypertensive individuals, regulates serum cholesterol, and stimulates immunity: an updated meta-analysis and review. J Nutr 146(2):389S-396S, 2016. doi: 10.3945/jn.114.202192.

  • Ried K, Toben C, Fakler P: Effect of garlic on serum lipids: an updated meta-analysis. Nutr Rev 71(5):282-299, 2013. doi: 10.1111/nure.12012.

  • Hou LQ, Liu YH, Zhang YY: Garlic intake lowers fasting blood glucose: meta-analysis of randomized controlled trials. Asia Pac J Clin Nutr 24(4):575-582, 2015. doi: 10.6133/apjcn.2015.24.4.15.

  • Chiavarini M, Minelli L, Fabiani R: Garlic consumption and colorectal cancer risk in man: a systematic review and meta-analysis. Public Health Nutr 19(2):308-317, 2016. doi: 10.1017/S1368980015001263.

  • Filocamo A, Nueno-Palop C, Bisignano C, et al: Effect of garlic powder on the growth of commensal bacteria from the gastrointestinal tract. Phytomedicine. 19(8-9):707-711, 2012. doi: 10.1016/j.phymed.2012.02.018.

Per ulteriori informazioni

A seguire vi sono risorse in lingua inglese che possono essere utili. Si noti che il Manuale non è responsabile per il contenuto di questa risorsa.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
iOS ANDROID
iOS ANDROID
iOS ANDROID
iOS ANDROID
iOS ANDROID
iOS ANDROID
PARTE SUPERIORE