Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Masse mediastiniche

Di

Richard W. Light

, MD, Vanderbilt University Medical Center

Ultima revisione/verifica completa lug 2019| Ultima modifica dei contenuti lug 2019
per accedere alla Versione per i professionisti

Le masse mediastiniche comprendono tumori, sacche piene di liquido (cisti) e altre alterazioni negli organi del mediastino, tra cui: cuore, ghiandola del timo, alcuni linfonodi e porzioni di trachea, esofago, aorta, ghiandola tiroide e ghiandole paratiroidi.

  • Le masse sono asintomatiche, ma causano dolore toracico, calo ponderale, febbre, difficoltà di deglutizione, tosse o difficoltà respiratoria, particolarmente nei bambini.

  • La diagnosi si basa sui riscontri della radiografia toracica, della tomografia computerizzata (TC) e della biopsia.

  • Il trattamento dipende dalla causa della massa.

Il mediastino (cavità toracica) indica un’area delimitata dallo sterno frontalmente, dalla colonna vertebrale posteriormente, dal collo superiormente e dal diaframma inferiormente. Contiene il cuore, la ghiandola del timo, alcuni linfonodi e porzioni di trachea, esofago, aorta, ghiandola tiroide e ghiandole paratiroidi. Non comprende i polmoni.

I medici classificano le masse in funzione della parte del mediastino nella quale si sviluppano: anteriore, mediale o posteriore (vedere figura Localizzare il mediastino). L’area nella quale si sviluppa la massa può fornire un indizio per identificare la causa.

Le masse mediastiniche possono essere

  • Maligno

  • Benigno

Le masse non cancerose comprendono cisti nel cuore e sacche simili a tasche o rigonfiamenti che si sviluppano nella parete di un organo, come l’esofago (detti diverticoli) o l’aorta (detti aneurismi). Può svilupparsi una dilatazione organica, come nel caso del gozzo nella tiroide o quando un tumore (come un linfoma) o un’infezione causa l’ingrossamento dei linfonodi. Nei bambini si può osservare la presenza di difetti congeniti nel mediastino (ad esempio, cisti, alterazioni vascolari o anomalie nello sviluppo dell’esofago).

Sintomi

La presenza di masse nel mediastino non causa sintomi, specialmente se di ridotte dimensioni in soggetti adulti. Le masse, anche di tipo canceroso, sono associate a maggiori probabilità di sviluppare una sintomatologia nei bambini.

I sintomi più comuni negli adulti e nei bambini sono dolore toracico e calo ponderale. Alcune danno luogo a febbre. Altre causano difficoltà di deglutizione. Nei bambini, la presenza di masse mediastiniche è associata a maggiori probabilità di sviluppo di tosse o respiro affannoso, a causa della compressione delle vie aeree.

Diagnosi

  • Radiografia del torace

Le masse presenti nel mediastino sono spesso identificate nell’ambito dell’esecuzione di una radiografia toracica o altro test per immagini, finalizzati alla valutazione di sintomi come dolore toracico, tosse o difficoltà respiratoria o per altro scopo. Per determinare la causa della massa, è necessario svolgere ulteriori accertamenti, solitamente la tomografia computerizzata (TC) o la risonananza magnetica per immagini (RMI) e la biopsia.

Trattamento

  • Il trattamento dipende dalla causa.

Il trattamento dipende dalla causa. Se la massa non è di origine cancerosa e non dà luogo a sintomatologia, il paziente può essere sottoposto a controlli periodici anziché a trattamento della massa. Il cancro può essere asportato chirurgicamente oppure trattato con chemioterapia. Un’infezione che causi un ingrossamento dei linfonodi viene generalmente trattata con terapia antibiotica o farmaci antimicotici.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE