Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Infezione da Helicobacter pylori

(infezione da H. pylori)

Di

Nimish Vakil

, MD, University of Wisconsin School of Medicine and Public Health

Ultima revisione/verifica completa mar 2020| Ultima modifica dei contenuti mar 2020
per accedere alla Versione per i professionisti
I fatti in Breve
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

L’infezione da Helicobacter pylori (H. pylori) è un’infezione batterica che provoca infiammazione dello stomaco (gastrite), ulcera peptica e alcuni tipi di tumore gastrico.

  • L’infezione è causata da un tipo di batteri che prende il nome di Helicobacter pylori (H. pylori).

  • I sintomi dell’infezione da H. pylori includono indigestione e dolore o fastidio nella parte superiore dell’addome.

  • La diagnosi si basa sui risultati di un test del respiro e un esame dello stomaco con una sonda di esplorazione flessibile (endoscopia superiore).

  • Il trattamento prevede antibiotici e un inibitore della pompa protonica.

L’infezione da Helicobacter pylori, un tipo di batterio, è la causa più frequente di gastrite e ulcera peptica al mondo. L’infezione è molto comune e aumenta con l’età. Entro i 60 anni di età, il 50% delle persone contrae l’infezione. Tuttavia, studi recenti indicano che il numero di soggetti giovani che contraggono l’infezione da H. pylori è in diminuzione. L’infezione è più comune tra neri, ispanici e asiatici.

L’H. pylori è presente nelle feci, nella saliva e sulla placca dentale. L’H. pylori può essere trasmesso da un soggetto all’altro, in particolare se le persone infette non si lavano bene le mani dopo la defecazione. Dal momento che i soggetti possono diffondere i batteri anche attraverso baci o altro tipo di stretto contatto, le infezioni tendono a verificarsi tra familiari e soggetti che vivono in case di cura e altre strutture di assistenza.

Sapevate che...

  • Alcuni batteri, chiamati Helicobacter pylori, sono la causa più comune di gastrite e ulcere peptiche.

I batteri H. pylori crescono nello strato di muco che protegge la mucosa gastrica, dove sono meno esposti ai succhi altamente acidi prodotti dallo stomaco. Inoltre, l’H. pylori produce ammoniaca, che lo aiuta a proteggersi dall’acido gastrico e gli consente di distruggere e penetrare lo strato di muco.

Complicanze dell’infezione da H. pylori

Quasi tutti i soggetti con infezione da H. pylori hanno un’infiammazione gastrica (gastrite), che può interessare l’intero stomaco oppure solo la sua parte inferiore (antro). Talvolta, l’infezione può condurre a gastrite erosiva ed eventualmente anche a ulcera dello stomaco (gastrica).

L’H. pylori contribuisce alla formazione di ulcere conseguente alla crescente produzione di acido, interferendo con le normali difese contro l’acido gastrico e producendo tossine.

Un’infezione da H. pylori a lungo termine aumenta il rischio di tumore gastrico.

Sintomi

Solo il 20% dei soggetti con gastrite causata da infezione da H. pylori sviluppa sintomi o complicanze come ulcera peptica dello stomaco o del duodeno.

I sintomi dovuti alla gastrite da infezione da H. pylori sono quelli tipici della gastrite, come indigestione e dolore o fastidio nella parte superiore dell’addome.

Le ulcere causate da infezione da H. pylori producono sintomi simili alle ulcere causate da altri disturbi, tra cui dolore nella parte superiore dell’addome.

Diagnosi

  • Analisi del respiro o delle feci

  • Talvolta endoscopia superiore

L’H. pylori può essere individuato mediante esami che utilizzano campioni di respiro o feci.

Talvolta viene utilizzata una sonda di esplorazione flessibile (endoscopio) per eseguire un’endoscopia superiore e prelevare un campione (biopsia) di mucosa gastrica. Il campione può essere analizzato per la presenza di H. pylori in vari modi.

Prognosi

La probabilità che un’ulcera peptica causata da un’infezione da H. pylori si ripresenti nel corso di 3 anni è superiore al 50% nei pazienti non trattati con antibiotici. Questa percentuale si riduce a meno del 10% in soggetti che invece hanno ricevuto la cura antibiotica. Inoltre, il trattamento dell’infezione da H. pylori può guarire le ulcere che hanno resistito ad altre terapie precedenti.

Trattamento

  • Antibiotici e un inibitore della pompa protonica

  • Dopo il trattamento, esami per confermare l’eradicazione dell’infezione da H. pylori

I trattamenti più comuni per l’infezione da H. pylori includono un inibitore della pompa protonica per ridurre la produzione di acido gastrico, due antibiotici e talvolta anche subsalicilato di bismuto per eliminare l’infezione. Viene somministrato uno dei vari inibitori della pompa protonica: lansoprazolo, omeprazolo, pantoprazolo, rabeprazolo, o esomeprazolo. Questi farmaci possono causare diarrea, stipsi e cefalea. Possono essere utilizzati diversi antibiotici, come amoxicillina, claritromicina, metronidazolo e tetraciclina. Tutti questi antibiotici possono alterare il gusto e causano nausea, inoltre amoxicillina, claritromicina e tetraciclina possono causare diarrea. Il subsalicilato di bismuto può causare stipsi e colorazione scura della lingua e delle feci.

Il successo del trattamento viene confermato ripetendo gli esami del respiro o delle feci o l’endoscopia a distanza di circa 4 settimane dalla conclusione della terapia.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Colonscopia: prelievo di un campione per la biopsia
Video
Colonscopia: prelievo di un campione per la biopsia
La colonscopia è una forma di endoscopia utilizzata per visualizzare l’intestino crasso. La...
Modelli 3D
Vedi Tutto
Fistola anorettale
Modello 3D
Fistola anorettale

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE