Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Malattia da deposito di cristalli di fosfato di calcio basico e malattia da deposito di cristalli di ossalato di calcio

per accedere alla Versione per i professionisti

Il fosfato di calcio basico e l’ossalato di calcio sono composti chimici naturalmente presenti nell’organismo. Questi composti possono formare cristalli che danno sintomi articolari simili a quelli della gotta (compresa la podagra), dell’artrite da pirofosfato di calcio (precedentemente nota come pseudogotta) o, a volte, di altre patologie articolari. I cristalli di fosfato di calcio basico e di ossalato di calcio possono formarsi anche nei tendini e nel tessuto connettivo.

Malattia da deposito di cristalli di fosfato di calcio basico

I cristalli di fosfato di calcio basico possono distruggere le articolazioni e causare una grave infiammazione nell’articolazione e nell’area circostante.

Un esempio è la sindrome della spalla di Milwaukee, una patologia distruttiva che colpisce soprattutto le spalle e spesso le ginocchia nelle donne anziane.

La pseudopodagra acuta è un’altra patologia articolare, simile alla gotta, causata dai cristalli di fosfato di calcio basico. Colpisce le articolazioni dell’alluce e si manifesta nelle donne giovani (e meno frequentemente negli uomini giovani).

Diagnosi

  • Radiografie

  • Esame al microscopio del liquido articolare

Per verificare la presenza di questi cristalli, i medici effettuano radiografie. A volte, i cristalli di calcio basico sono visibili alle radiografie delle aree circostanti le articolazioni e generalmente non nella cartilagine articolare.

Potrebbe anche essere necessario che i medici prelevino liquido articolare con un ago (artrocentesi) e lo analizzino per rilevare l’eventuale presenza di questi cristalli. I cristalli di ossalato di calcio sono visibili al microscopio a luce polarizzata, ma i cristalli di fosfato di calcio basico, che sono molto più piccoli, in genere sono visibili solo con una colorazione speciale o con un microscopio particolare (microscopio elettronico a trasmissione).

Trattamento

  • Farmaci antinfiammatori non steroidei

  • Colchicina per via orale

  • Iniezione di corticosteroidi nell’articolazione

Questi disturbi sono solitamente trattati in modo simile alla gotta, con farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), colchicina assunta per via orale o un’iniezione di corticosteroidi nell’articolazione ( Farmaci utilizzati per trattare la gotta).

Non vi è alcun modo di eliminare completamente questi cristalli dall’organismo.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Metti alla prova la tua conoscenza

Fasciosi plantare (Fascite plantare)
Quale delle opzioni di seguito conferma che si è affetti da fasciosi plantare?

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE