Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Riabilitazione dei soggetti non vedenti

Di

Alex Moroz

, MD, New York University School of Medicine

Ultima revisione/verifica completa giu 2017| Ultima modifica dei contenuti lug 2017
per accedere alla Versione per i professionisti

La riabilitazione dei soggetti non vedenti dipende dal momento in cui è insorta la cecità: alla nascita (congenita) o in età precoce o tardiva. I bambini non vedenti dalla nascita o che lo diventano in età infantile ricevono generalmente un’istruzione speciale sulle strategie da attuare per vivere senza vista sin dall’inizio. Pertanto, la maggior parte di loro si orienta bene. Tuttavia, chi perde la vista in età più avanzata deve imparare nuovi modi per affrontare la vita quotidiana. Di solito, il soggetto impara il metodo dell’orologio, in cui un piatto di portata viene raffigurato sotto forma di orologio, con la carne sempre sulle 8, la verdura sulle 4 e le bevande sull’1.

I terapisti insegnano alle persone anche ad affidarsi ai propri sensi e a usare i dispositivi per non vedenti, come il Braille. L’obiettivo è aiutare a vivere il meglio possibile, diventare indipendenti e riacquistare fiducia in se stessi.

Inoltre il soggetto non vedente deve imparare a utilizzare il bastone, mentre i familiari e gli altri assistenti devono apprendere a camminare con lui/lei. Inoltre, si raccomanda ai familiari di non spostare mobili o altri oggetti senza comunicarlo al non vedente.

L’aiuto di un cane guida e l’apprendimento del linguaggio Braille verranno utilizzati e avverranno solo dopo molto tempo. Nel frattempo, gli audiolibri aiutano la persona non vedente a leggere.

Per ulteriori informazioni

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Il corpo umano: cellule, tessuti, organi e apparati
Video
Il corpo umano: cellule, tessuti, organi e apparati

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE