Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

honeypot link

COVID-19: Prevenzione

Homepage Risorse COVID-19 
A cura di Matthew E. Levison, MD, Adjunct Professor of Medicine, Drexel University College of Medicine

15/2/2021

Prevenzione del COVID-19

Il COVID-19 si diffonde attraverso il contatto stretto tra persone, prevalentemente attraverso le goccioline respiratorie che vengono prodotte quando un soggetto infetto tossisce, starnutisce, canta, fa attività fisica o parla. Le goccioline respiratorie di grandi dimensioni si diffondono entro circa 2 metri da una persona contagiosa, ma il virus può talvolta diffondersi per più di 6 metri attraverso piccoli aerosol di particelle respiratorie che possono rimanere nell’aria per diverse ore e infettare le persone separate da distanze precedentemente considerate sicure. La diffusione del virus può verificarsi anche attraverso il contatto con una superficie contaminata da goccioline respiratorie. È noto che le persone asintomatiche e presintomatiche, così come i pazienti sintomatici, possono trasmettere il virus, rendendo difficile il controllo di un’epidemia.

La misura preventiva più importante è evitare l’esposizione al virus del COVID-19 mediante

  • Precauzioni respiratorie e di contatto
  • Quarantena e isolamento

Le precauzioni respiratorie prevedono l’uso di mascherine per il viso. I CDC raccomandano di indossare una mascherina per il viso o una copertura per il viso sopra la bocca e il naso in ambienti pubblici e in presenza di persone che non vivono nella stessa abitazione.

Sono disponibili due tipi di mascherine per il viso, chirurgiche (prodotti medicali o altre mascherine in tessuto) e N-95. Le mascherine chirurgiche e le mascherine in tessuto riducono il rischio di infettarsi. Tuttavia, le mascherine chirurgiche non aderiscono abbastanza da proteggere del tutto le persone non infette dall’inalazione delle emissioni respiratorie infette. Pertanto, le persone a contatto con i pazienti con infezione da COVID-19 (ad es.: operatori sanitari, membri della famiglia) devono indossare maschere N-95, che aderiscono molto bene e proteggono l’utilizzatore dalle emissioni respiratorie nell’aria. I pazienti con infezione da COVID-19 devono indossare una mascherina chirurgica, che aiuta a contenere le secrezioni respiratorie, proteggendo così gli altri.

Le precauzioni di contatto prevedono di

  • Mantenere una buona distanza sociale (circa 2 metri)
  • Evitare il contatto stretto con le persone affette da COVID-19
  • Evitare di toccare occhi, naso e bocca con mani non lavate
  • Lavarsi spesso le mani con acqua e sapone per almeno 20 secondi o utilizzare un disinfettante per mani a base di alcol contenente almeno il 60% di alcol se non sono disponibili acqua e sapone.
  • Usare salviette monouso per pulire abitualmente le superfici ambientali che vengono toccate frequentemente da più persone (ad es. maniglie delle porte, attrezzature da bagno, tastiere di computer, pulsanti degli ascensori)
  • Evitare ristoranti al chiuso e grandi feste o incontri sociali presso le abitazioni delle persone in cui le persone mangiano, bevono e parlano l’una con l’altra in prossimità senza indossare una mascherina per il viso, nonché eventi sportivi al chiuso in cui la gente tifa e grida. Si tratta di luoghi ad alto rischio per un evento di “superdiffusione” in cui un singolo o alcuni soggetti infetti possono scatenare un grande focolaio. Le raccomandazioni sono che tali eventi in cui un numero elevato di persone può essere esposto in un contesto ad alto rischio, come ad esempio night club e bar, festival, conferenze ed eventi sportivi, siano rimandati fino a quando il livello di trasmissione della comunità è basso, specialmente per le persone con un rischio maggiore di sviluppare casi gravi di Covid-19 (1).

 

La quarantena è essenziale per gli individui sani che hanno avuto uno stretto contatto con un paziente con infezione da COVID-19. Il contatto stretto è definito come entro 2 metri circa da una persona infetta per un totale di 15 minuti o più nell’arco di 24 ore a partire da 48 ore prima dell’insorgenza dei sintomi o del test positivo (se asintomatico). Questa esposizione potrebbe essere di quindici esposizioni da 1 minuto nell’arco di 24 ore. I soggetti che hanno avuto un contatto stretto con un paziente con infezione da COVID-19 devono mettersi in quarantena a casa per la durata del periodo di incubazione (ovvero, 14 giorni dopo l’ultima esposizione).

L’isolamento è essenziale per coloro che sono affetti dal virus COVID-19 o che presentano sintomi del COVID-19 e che non sono stati testati. Per i pazienti, la gravità della malattia aiuta a determinare se devono essere isolati in ospedale o a casa.

  • Coloro che abbiano presentato sintomi da lievi a moderati possono interrompere l’isolamento 10 giorni dopo l’insorgenza dei sintomi, a condizione che siano stati afebbrili per ≥ 24 ore senza l’uso di farmaci per far abbassare la febbre e i cui altri sintomi stiano migliorando significativamente.
  • I pazienti asintomatici possono interrompere l’isolamento 10 giorni dopo la data del loro primo test diagnostico positivo per COVID-19.
  •  

Bibliografia

  1. Centers for Disease Control and Prevention: Coronavirus Disease 2019 (COVID-19): Considerations for Events and Gatherings. Atlanta, GA, US Department of Health and Human Services, Centers for Disease Control and Prevention. Aggiornato l’8 gennaio 2021. Consultato il 16 gennaio 2021. https://www.cdc.gov/coronavirus/2019-ncov/community/large-events/considerations-for-events-gatherings.html

 

 

 

Homepage Risorse COVID-19