Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Trichomoniasi

Di

Sheldon R. Morris

, MD, MPH, University of California San Diego

Ultima modifica dei contenuti lug 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti

La tricomoniasi è l'infezione della vagina o del tratto genitale maschile causata da Trichomonas vaginalis. Può essere asintomatica o provocare uretrite, vaginite e, occasionalmente, cistite, epididimite o prostatite. La diagnosi si pone mediante esame microscopico diretto, test con bastoncello, test di amplificazione degli acidi nucleici delle secrezioni vaginali o mediante coltura uretrale o delle urine. Sia i pazienti che i partner sessuali vanno trattati con metronidazolo o tinidazolo.

Il T. vaginalis è un protozoo flagellato, a trasmissione sessuale, che infetta soprattutto il sesso femminile (circa il 20% delle donne in età fertile). L'infezione può essere asintomatica in entrambi i sessi; è sempre asintomatica nei maschi. Nei maschi, i microrganismi possono persistere per lunghi periodi nel tratto genitourinario senza produrre sintomatologia e possono essere trasmessi inconsapevolmente ai partner sessuali. In alcune aree geografiche, la tricomoniasi può rappresentare fino al 5% delle uretriti non-gonococciche e non-clamidiali maschili.

La coinfezione da gonorrea e da altre malattie a trasmissione sessuale è frequente.

Sintomatologia

Nelle donne, le manifestazioni cliniche variano dall'asintomaticità fino alla presenza di perdite vaginali schiumose ed abbondanti di colore giallo-verdastro e schiumose con un odore di pesce, associate a dolore vulvare e perineale, dispareunia e disuria. L'infezione asintomatica può diventare sintomatica in qualsiasi momento, come conseguenza dell'infiammazione della vulva e del perineo e dell'edema che si sviluppa al livello delle labbra vaginali. Le pareti vaginali e la superficie della cervice possono presentare macchie rosso "fragola". Si possono anche verificare uretrite e talvolta cistite.

Gli uomini sono, in genere, asintomatici; talora, tuttavia, si può manifestare uretrite con perdite intermittenti, schiumose o purulente o disuria e pollachiuria, generalmente mattutine. Sovente, l'uretrite è più modesta e provoca soltanto a un'irritazione uretrale minima e occasionali perdite al meato, sotto il prepuzio, o entrambi. Complicanze rare sono l'epididimite e la prostatite.

Diagnosi

  • Esame microscopico delle secrezioni vaginali, test con bastoncello, o test di amplificazione degli acidi nucleici

  • Coltura di urina o tamponi uretrali negli uomini

La tricomoniasi va sospettata in donne con vaginite, in uomini con uretrite, così come nei loro partner sessuali. Il sospetto è tanto maggiore quanto più i sintomi persistano dopo che il paziente sia stato trattato per altre patologie infettive come la gonorrea e le infezioni da clamidia, micoplasma, e ureaplasma.

Nelle donne, la diagnosi si basa su criteri clinici e su test ambulatoriali. Uno dei seguenti test ambulatoriali può essere fatto:

  • Esame microscopico diretto delle secrezioni vaginali

  • Test di flusso immunocromografico su dipstick

L'esame microscopico è il metodo più semplice e permette di testare per la vaginosi batterica e da Trichomonas allo stesso tempo. Test per entrambe le infezioni devono essere fatti perché causano sintomi simili e/o possono coesistere. Le secrezioni vaginali sono prelevate dal fornice posteriore. Viene valutato il loro pH. Le secrezioni vengono poi poste su 2 vetrini; esse vengono diluite con idrossido di potassio (KOH) 10% su un vetrino (test dell'odore) e con NaCl 0,9% sull'altro (soluzione fisiologica a fresco). Per la valutazione del preparato a fresco all'idrossido di potassio si cerca la presenza di odore di pesce (test dell'odore), che origina dalla produzione di amine prodotte nel corso di vaginiti da Trichomonas o nelle vaginiti batteriche. Il preparato a fresco con soluzione fisiologica va esaminata al microscopio il più presto possibile, al fine di rilevare i Trichomonas; essi possono divenire immobili e di difficile riconoscimento già pochi minuti dopo la preparazione del vetrino. (I trichomonas sono a forma di pera con flagelli, spesso mobili, hanno dimensioni medie di 7-10 micrometri, dimensioni simili a quelle dei globuli bianchi ma occasionalmente possono raggiungere i 25 micrometri.) Se una tricomoniasi è presente, numerosi neutrofili sono anche presenti. La tricomoniasi è anche diagnosticata frequentemente osservando il microrganismo, quando viene eseguito un test di Papanicolaou (Pap).

In alternativa, possono essere eseguiti test di flusso immunocromografico su dipstick o test di amplificazione degli acidi nucleici, che sono disponibili in alcuni laboratori. Nelle donne, questi test sono più sensibili di un esame o di una coltura microscopica. Inoltre, il test di amplificazione degli acidi nucleici può essere configurato per rilevare simultaneamente altri microrganismi o altre malattie sessualmente trasmissibili come l'infezione da clamidia o gonorrea.

La coltura di urina o il tampone uretrale sono i soli test convalidati per la rilevazione di T. vaginalis negli uomini. Negli uomini, la microscopia dell'urina è insensibile, e i test di amplificazione degli acidi nucleici e i test su dipstick non sono stati rigorosamente convalidati; tuttavia, gli studi epidemiologici suggeriscono che per i test di amplificazione degli acidi nucleici, i tamponi uretrali sono più appropriati dell'urina.

I pazienti con tricomoniasi, come del resto tutti quelli con diagnosi di malattie a trasmissione sessuale devono sottoporsi ai test necessari a escludere altre malattie a trasmissione sessuale come la gonorrea e le infezioni da clamidia.

Trattamento

  • Metronidazolo o tinidazolo po

  • Trattamento dei partner sessuali

Il metronidazolo o il tinidazolo 2 g per via orale in unica somministrazione guariscono fino al 95% delle donne al primo trattamento, se vengono trattati simultaneamente anche i partner sessuali. L'efficacia dei regimi monodose negli uomini non è altrettanto chiara, pertanto il trattamento prevede in genere un dosaggio di 500 mg per via orale 2 volte/die per 5-7 giorni.

Se l'infezione persiste nelle donne ed è stata esclusa una nuova infezione dal partner sessuale, le donne sono ritrattate prima con metronidazolo o tinidazolo 2 g per via orale 1 volta o metronidazolo 500 mg 2 volte/die per 7 giorni. Se il regime di ritrattamento iniziale fallisce, metronidazolo o tinidazolo 2 g 1 volta/die per 5 giorni possono essere efficaci.

Il metronidazolo può causare leucopenia, reazioni all'alcol tipo disulfiram, o sovrainfezioni da candida. Esso è relativamente controindicato nelle fasi precoci della gravidanza, sebbene non sia pericoloso per il feto dopo il 1o trimestre. Non è stata ancora stabilita l'innocuità del tinidazole durante la gravidanza; esso pertanto non viene utilizzato.

I partner sessuali devono essere visti e trattati per la tricomoniasi con tinidazolo 2 g in dose singola o metronidazolo 500 mg 2 volte/die per 5 giorni e devono essere sottoposti a screening per altre malattie a trasmissione sessuale. Qualora si sospetti una scarsa compliance al follow up dai partner sessuali, il trattamento può essere iniziato subito nei partner sessuali di pazienti con trichomoniasi, senza aspettare la conferma della diagnosi sul partner stesso.

Punti chiave

  • La tricomoniasi può essere asintomatica, soprattutto negli uomini o provocare vaginiti o talvolta uretrite.

  • Nelle donne, diagnosticare tramite esame microscopico delle secrezioni vaginali, test su dipstick, o test di amplificazione degli acidi nucleici.

  • Negli uomini sintomatici, diagnosticare tramite coltura di urina, tampone uretrale, o possibilmente test di amplificazione degli acidi nucleici.

  • Trattare i pazienti e i loro partner sessuali con metronidazolo o tinidazolo orale.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Come lavarsi le mani
Video
Come lavarsi le mani
Modelli 3D
Vedi Tutto
SARS-CoV-2
Modello 3D
SARS-CoV-2

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE