Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Metronidazolo

Di

Brian J. Werth

, PharmD, University of Washington School of Pharmacy

Ultima modifica dei contenuti ago 2018
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
Risorse sull’argomento

Il metronidazolo è un battericida antibiotico. Entra nelle pareti cellulari batteriche e rompe il DNA inibendo la sua sintesi in alcuni microrganismi.

Farmacocinetica

Il metronidazolo è ben assorbito per via orale. È somministrato EV in genere solo nei pazienti che non possono essere trattati per via orale. Si distribuisce bene nei liquidi corporei e penetra nel liquido cerebrospinale, raggiungendo così alte concentrazioni.

Il metronidazolo viene metabolizzato presumibilmente nel fegato ed escreto soprattutto nelle urine, anche se l'eliminazione non è ridotta nei pazienti con insufficienza renale. Tuttavia, poiché i metaboliti del metronidazolo possono accumularsi in pazienti con malattia renale allo stadio terminale, questi pazienti devono essere monitorati per gli effetti avversi associati al metronidazolo tra cui le manifestazioni del sistema nervoso centrale, incluse cefalea, convulsioni e neuropatia periferica (principalmente intorpidimento o parestesie in un'estremità).

Indicazioni

Il metronidazolo è attivo contro

Il metronidazolo è usato principalmente per le infezioni causate da anaerobi obbligati, spesso in associazione con altri antimicrobici. Il metronidazolo è il farmaco di scelta nelle vaginosi batteriche. Il farmaco ha altri impieghi clinici (vedi tabella Alcuni usi clinici del metronidazolo).

Tabella
icon

Alcuni usi clinici del metronidazolo

Indicazione

Commenti

Infezioni dovute ad anaerobi obbligati (p. es., infezioni intra-addominali, pelviche, dei tessuti molli, parodontali e odontogene; ascessi polmonari)

Usato spesso con altri antimicrobici

Farmaco di scelta

Infezioni del sistema nervoso centrale (meningite, ascesso cerebrale)

Setticemia

Profilassi prima della chirurgia intestinale

Preferibilmente per uso orale

Ulcere gastroduodenali dovute a Helicobacter pylori

Per il trattamento e la prevenzione delle recidive

Utilizzato con altri farmaci

Uso topico o orale

Controindicazioni

Il metronidazolo è controindicato nei pazienti che hanno avuto una reazione allergica ad esso.

Uso in gravidanza e allattamento

Gli studi sulla riproduzione con metronidazolo in alcune specie animali hanno mostrato un aumento del rischio di attività cancerogena. Non sono stati condotti studi adeguati e ben controllati nelle donne in gravidanza. La maggior parte degli studi sull'uomo non ha mostrato un aumento del rischio di cancro, difetti alla nascita o altri effetti avversi fetali dopo l'uso di metronidazolo durante la gravidanza; tuttavia, in alcuni studi, il labbro leporino (con o senza palatoschisi) è stato riportato in neonati di donne che hanno assunto metronidazolo durante il 1o trimestre di gravidanza. Alcuni esperti consigliano di evitare il metronidazolo durante il 1o trimestre, anche se il CDC's 2015 Sexually Transmitted Disease treatment guidelines indicano che una singola dose da 2 g può essere utilizzata in qualsiasi stadio della gravidanza per trattare la tricomoniasi.

Il metronidazolo passa nel latte materno; non è raccomandato l'uso durante l'allattamento.

Effetti avversi

Gli effetti avversi del metronidazolo comprendono

  • Disturbi gastrointestinali

  • Effetti sul sistema nervoso centrale e neuropatia periferica

  • Reazione tipo disulfiram

Si possono verificare nausea, vomito, mal di testa, convulsioni, sincope, altri effetti sul sistema nervoso centrale, e neuropatia periferica; sono anche stati descritti rash, febbre e neutropenia reversibile. Il metronidazolo può causare gusto metallico e urine scure. Se si ingerisce alcol entro 7 giorni dall'utilizzo può verificarsi una reazione disulfiram-simile (che comprende vampate, mal di testa, nausea e vomito).

Considerazioni sul dosaggio

Le dosi di metronidazolo non vanno diminuite nei pazienti con insufficienza renale, ma solitamente vengono ridotte del 50% nei pazienti con malattia epatica significativa.

Il metronidazolo inibisce il metabolismo del warfarin e può incrementare il suo effetto anticoagulante.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Come lavarsi le mani
Video
Come lavarsi le mani
Modelli 3D
Vedi Tutto
SARS-CoV-2
Modello 3D
SARS-CoV-2

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE