Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Infertilità inspiegata

Di

Robert W. Rebar

, MD, Western Michigan University Homer Stryker M.D. School of Medicine

Ultima modifica dei contenuti gen 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti

L'infertilità di solito è considerata a eziologia sconosciuta quando nell'uomo lo spermiogramma è normale e nella donna le tube di Falloppio sono normali e l'ovulazione è regolare.

Alcuni esperti non sono d'accordo con questa definizione e raccomandano di continuare ad eseguire test per altre cause, anche quando l'uomo ha sperma normale e la donna ha ovulazione normale e tube di Falloppio e ovulari regolari. Altri esperti, che accettano la definizione di cui sopra, raccomandano di iniziare trattamenti empirici.

Trattamento

  • Stimolazione ovarica controllata

La stimolazione ovarica controllata può essere utilizzata per favorire la gravidanza in tempi più brevi. In questo modo si stimola la crescita di più follicoli; l'obiettivo è quello di indurre l'ovulazione di > 1 ovocita (superovulazione). Tuttavia, l'iperstimolazione ovarica controllata può causare gravidanze multiple, il che determina aumentati rischi e morbilità.

La stimolazione ovarica controllata comporta:

  • Somministrazione di clomifene in associazione con gonadotropina corionica umana (hCG) per indurre l'ovulazione, per un massimo di 3 cicli mestruali

  • Inseminazione intrauterina entro 2 giorni dalla somministrazione di hCG

  • Se la gravidanza non risulta, uso di gonadotropine (preparati che contengono ormone follicolo-stimolante purificato o ricombinante e quantità variabili di ormone luteinizzante) con hCG per indurre l'ovulazione, seguito da inseminazione intrauterina (alcuni medici iniziano con gonadotropine piuttosto che con clomifene)

Si può utilizzare un progestinico durante la fase luteale per massimizzare le possibilità di impianto. Il dosaggio delle gonadotropine varia a seconda dell'età della paziente e della riserva ovarica.

Poiché la gravidanza multifetale è un rischio, i medici stanno sempre più procedendo direttamente verso la fecondazione in vitro evitando la stimolazione ovarica controllata.

Prognosi

Il tasso di gravidanza è lo stesso (circa il 65%) se si esegue la fecondazione in vitro immediatamente dopo un trattamento senza successo con clomifene più hCG o se le gonadotropine con l'inseminazione intrauterina sono utilizzate appena prima di tentare la fecondazione in vitro.

Tuttavia, quando la fecondazione in vitro viene effettuata immediatamente dopo il trattamento inefficace del clomifene con hCG, le donne ottengono una gravidanza in tempi più rapidi e le gravidanze multifetali (≥ 3 feti) sono verosimilmente inferiori rispetto a quando vengono utilizzate le gonadotropine per prime. Così, se il clomifene associato a hCG non ha successo, più medici ora consigliano la fecondazione in vitro come prossimo trattamento. Dati recenti indicano che le donne > 38 con infertilità inspiegata concepire in modo più rapido ed i costi sono più bassi quando la fecondazione in vitro viene effettuata prima che sia provata l'iperstimolazione ovarica controllata (1).

Riferimenti relativi alla prognosi

  • 1. Goldman MB, Thornton KL, Ryley D, et al: A randomized clinical trial to determine optimal infertility treatment in older couples: the forty and over treatment trial (FORT-T). Fertil Steril 101 (6):1574–1581, 2014.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Come riparare una lacerazione vaginale di secondo grado
Video
Come riparare una lacerazione vaginale di secondo grado
Modelli 3D
Vedi Tutto
Parto vaginale
Modello 3D
Parto vaginale

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE