Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Disturbo fittizio imposto su un altro

Di

Joel E. Dimsdale

, MD, University of California, San Diego

Ultima modifica dei contenuti ago 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti

Il disturbo fittizio imposto su un altro consiste nella falsificazione delle manifestazioni di una malattia in un'altra persona, in genere generata da un badante nei confronti della persona di cui si prende cura.

In precedenza, questo disturbo era conosciuto come disturbo fittizio per interposta persona o sindrome di Munchausen per procura. Nel disturbo fittizio imposto su un altro, la gente, di solito i caregiver (come per esempio un genitore), produce o falsifica intenzionalmente sintomi o segni fisici o psicologici in una persona di cui si prende cura (di solito un bambino), piuttosto che in se stessi (come nel disturbo fittizio imposto su se stesso).

La persona che assiste il paziente falsifica l'anamnesi e può fare del male al bambino con farmaci o altre sostanze o aggiungere sangue e contaminanti batterici ai campioni urinari, al fine di simulare una malattia. La persona richiede cure mediche per il bambino e si mostra profondamente preoccupata e protettiva. Tipicamente il bambino ha un'anamnesi positiva per ospedalizzazioni frequenti, di solito per una varietà di sintomi non specifici ma non una solida diagnosi. I bambini vittime di ciò possono essere gravemente malati e talvolta morire.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE