Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Esercizio negli anziani

Di

Brian D. Johnston

, Exercise Specialist, International Association of Resistance Training

Ultima modifica dei contenuti lug 2018
Clicca qui per l’educazione dei pazienti

Almeno il 75% delle persone di età > 65 anni non si esercita ai livelli raccomandati, nonostante i riconosciuti benefici dell'esercizio per la salute:

  • Più lunga sopravvivenza

  • Miglioramento della qualità della vita (p. es., resistenza, forza, umore, sonno, flessibilità, sensibilità all' insulina, forse la funzione cognitiva, densità ossea [con l'esercizio fatto con i pesi])

Inoltre, molti anziani non sono consapevoli di quanto sia difficile fare esercizio e in aggiunta non si rendono conto di quanto esercizio sono in grado di fare.

L'esercizio fisico è uno dei modi più sicuri per migliorare la salute. A causa del declino nella capacità fisica dovuto all'invecchiamento e dei disturbi legati all'età, gli anziani possono beneficiare dell'esercizio più che le persone giovani. L'esercizio ha dimostrato pari benefici quando iniziato negli ultimi anni di vita. Il modesto allenamento di base della forza aiuta i pazienti anziani a espletare le attività della vita quotidiana. Molti pazienti anziani hanno bisogno di una guida per quanto riguarda un regolare regime di esercizio fisico sicuro e appropriato.

I benefici maggiori per la salute si verificano in particolare con l'esercizio aerobico, quando i pazienti sedentari diventano persone attive.

La forza diminuisce con l'età e la forza diminuita può compromettere la funzione. Per esempio, quasi la metà delle donne > 65 anni e più della metà delle donne > 75 anni non possono sollevare 4,5 kg. L'allenamento della forza può aumentare la massa muscolare dal 25 al 100% o più, migliorando in modo significativo la funzionalità. Lo stesso grado di lavoro muscolare richiede meno sforzo cardiovascolare; l'aumento della forza muscolare delle gambe migliora la velocità a piedi e nel salire le scale. Inoltre, studi dimostrano che anziani con più massa muscolare hanno un miglior bilancio di azoto, un minor deallenamento e una prognosi migliore in caso di malattia critica.

Controindicazioni

Le controindicazioni assolute (1) comprendono

  • Infarto acuto del miocardio, entro 2 giorni

  • Angina instabile persistente

  • Aritmia cardiaca non controllata con compromissione emodinamica

  • Endocardite attiva

  • Stenosi aortica grave sintomatica

  • Insufficienza cardiaca scompensata

  • Embolia polmonare acuta, infarto polmonare o trombosi venose profonde

  • Miocardite o pericardite acuta

  • Dissezione aortica acuta

  • Disabilità fisica che preclude l'esercizio sicuro e adeguato

Le controindicazioni relative (1) comprendono

  • Stenosi nota ostruttiva del tronco comune coronarico

  • Stenosi aortica da moderata a grave in relazione ai sintomi incerti

  • Tachiaritmie con tassi ventricolari incontrollati

  • Blocco cardiaco avanzato acquisito o completo

  • Cardiomiopatia ipertrofica ostruttiva con grave gradiente di riposo

  • Ritardo mentale con limitata capacità di collaborare in modo sicuro

  • Ipertensione a riposo con pressione arteriosa sistolica o diastolica > 200/110 mmHg

  • Condizioni mediche non corrette, come l'anemia significativa, importante squilibrio elettrolitico, (p. es., ipokaliemia), e l'ipertiroidismo

La maggior parte dei pazienti con controindicazioni relative può svolgere attività fisica in alcune forme, sebbene tipicamente a livelli più bassi di intensità ed in circostanze più strutturate rispetto agli altri pazienti ( Riabilitazione cardiovascolare). A volte, brevi raffiche di esercizio fisico a più alta intensità con pause tra i tentativi possono essere più accomodanti dell'esercizio fisico sostenuto con moderata intensità. Il programma di allenamento può essere modificato per i pazienti con altre patologie (p. es., disturbi artrosici, in particolare quelli che coinvolgono grandi articolazioni portanti, come ginocchia, caviglie e anche).

I pazienti devono essere informati chiaramente di interrompere l'esercizio e rivolgersi al medico se sviluppano dolore al petto, vertigini, o palpitazioni.

Screening

Prima di iniziare un programma di allenamento, le persone anziane devono essere sottoposte a una valutazione clinica al fine di rilevare disturbi cardiaci e le limitazioni fisiche. L'ECG di routine non è richiesto a meno che l'anamnesi e l'esame obiettivo indichino diversamente. Un test da sforzo non è solitamente necessario per le persone anziane che hanno intenzione di iniziare con un esercizio fisico di lieve entità e aumentare l'intensità solo gradualmente. Per i soggetti sedentari che hanno intenzione di iniziare con un esercizio fisico intenso, deve essere preso in considerazione uno stress test se hanno una delle seguenti condizioni (1):

Riferimento generale

Programma di esercizio

Un programma di esercizio fisico completo deve includere

  • Attività aerobica

  • Allenamento della forza

  • Allenamento di flessibilità ed equilibrio

  • Variazione (la variazione regolare nell'esercizio fisico per evitare l'iperadattamento allo stesso stimolo, ma anche per evitare lesioni non gravi dovute ad azioni ripetitive)

Spesso un singolo programma può essere progettato per raggiungere tutti gli obiettivi dell'allenamento. L'allenamento di forza migliora la massa muscolare, la resistenza muscolare e la forza. Se l'allenamento della forza avviene attraverso una gamma completa di movimento, molti esercizi migliorano la flessibilità, e la maggiore forza muscolare migliora la stabilità articolare e, di conseguenza, l'equilibrio. Inoltre, se le pause tra le serie sono minime, migliora anche la funzione cardiovascolare.

La durata dell'attività aerobica per le persone anziane è simile a quella per i giovani adulti, ma l'esercizio deve essere meno intenso. Solitamente, durante l'esercizio fisico, la persona deve essere in grado di conversare comodamente, e l'intensità deve essere 6/10 su una scala di sforzo percepito. Le persone anziane che non hanno controindicazioni possono gradualmente aumentare la loro frequenza cardiaca (HRmax) secondo l'utilizzo di formule elaborate in base all'età.

Alcune persone anziane hanno bisogno di migliorare le loro capacità funzionali (p. es., per l'allenamento della forza) prima di essere in grado di svolgere un esercizio aerobico.

L'allenamento della forza è eseguito in accordo agli stessi principi e alle stesse tecniche utilizzate nei giovani adulti. Sforzi più leggeri (carichi/resistenza) devono essere usati inizialmente (p. es., utilizzando elastici o pesi leggeri come 1 kg o esercitarsi alzandosi da una sedia) e aumentati secondo quanto tollerato. La formazione più aggressiva (l'uso di una maggiore resistenza iniziale) deve avvenire sotto la supervisione di un professionista del fitness qualificato.

Per contribuire ad aumentare la flessibilità, i principali gruppi muscolari devono essere allungati 1 volta/die, preferibilmente dopo l'esercizio fisico quando i muscoli sono più modellabili.

L'allenamento in equilibrio tradizionalmente implica il coinvolgimento del proprio centro di gravità per mezzo di esercizi in condizioni di instabilità, come la stazione eretta su una gamba o utilizzando contrappesi o tavole oscillanti. L'allenamento in equilibrio è utile nelle persone che presentano alterazioni della propriocezione ed è spesso utilizzato per prevenire le cadute nell'anziano. Tuttavia, è spesso inefficace perché ogni attività di equilibrio è legata alla capacità individuale (p. es., un buon equilibrio in piedi su una tavoletta propriocettiva non migliora l'equilibrio in altre condizioni). Per la maggior parte degli anziani, gli esercizi di allenamento per la flessibilità e la forza prevengono le cadute in modo molto efficace. Un tale programma sviluppa la forza delle articolazioni e aiuta i soggetti a mantenere una corretta postura durante la stazione eretta e la deambulazione. In soggetti che presentano difficoltà nella stazione eretta e una deambulazione precaria a causa di uno scarso equilibrio, gli esercizi di equilibrio più difficili (p. es., stare in piedi su una tavola oscillante) potranno più facilmente favorire i traumi e sono controindicati.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE