Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Difetti dell’orecchio

Di

Simeon A. Boyadjiev Boyd

, MD, University of California, Davis

Revisionato/Rivistoset 2022
CONSULTA LA VERSIONE PER I PROFESSIONISTI
Risorse sull’argomento

Le orecchie possono essere mancanti, deformi o non completamente sviluppate alla nascita.

Fra i difetti congeniti dell’orecchio vi sono i seguenti:

Microtia e atresia del condotto uditivo esterno sono spesso concomitanti e di solito vengono identificate al momento del parto o subito dopo.

Le orecchie ad attaccatura bassa possono essere presenti in varie sindromi genetiche e i bambini spesso lamentano ritardi dello sviluppo. Sono considerate ad attaccatura bassa le orecchie la cui parte superiore è situata sotto l’angolo esterno dell’occhio.

Esempi di difetti congeniti dell’orecchio

Diagnosi dei difetti dell’orecchio

  • Valutazione medica

  • Test dell’udito

  • Esami di diagnostica per immagini del cranio

  • A volte test genetici

Durante un esame obiettivo il medico può identificare molti difetti dell’orecchio.

Un bambino con difetti congeniti dell’orecchio può essere valutato da un genetista, un medico specializzato in genetica (la scienza dei geni e del modo in cui certe qualità o tratti vengono trasmessi dai genitori alla prole). Possono essere effettuati test genetici di un campione di sangue del neonato per cercare anomalie cromosomiche e genetiche. Questi esami possono aiutare i medici a stabilire se la causa è una specifica malattia genetica e ad escluderne altre.

Trattamento dei difetti dell’orecchio

  • Intervento chirurgico

  • Apparecchio acustico

Il trattamento dei difetti auricolari può comportare chirurgia ricostruttiva per creare un orecchio esterno di aspetto normale e un condotto uditivo esterno.

Dato che nella formazione dei difetti congeniti dell’orecchio possono essere coinvolte anomalie genetiche, le famiglie colpite possono ottenere benefici da una consulenza genetica.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI CONSULTA LA VERSIONE PER I PROFESSIONISTI
CONSULTA LA VERSIONE PER I PROFESSIONISTI
PARTE SUPERIORE