Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Mal d’orecchi

(Otalgia; Otalogia)

Di

David M. Kaylie

, MS, MD, Duke University Medical Center

Ultima revisione/verifica completa lug 2019| Ultima modifica dei contenuti lug 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

Il mal d’orecchio in genere interessa un solo orecchio. Alcuni soggetti possono presentare anche secrezioni dall’orecchio o, raramente, perdita dell’udito.

Uno sguardo all’interno dell’orecchio

Uno sguardo all’interno dell’orecchio

Cause

Il dolore può essere dovuto a una malattia dell’orecchio stesso oppure a una malattia di una parte del corpo adiacente che condivide la stessa innervazione al cervello, come l’orecchio. Sono inclusi il naso, i seni paranasali, la gola e l’articolazione temporo-mandibolare (ATM).

Le cause più comuni del dolore acuto (presente da meno di 2 settimane) sono

Le infezioni dell’orecchio medio ed esterno causano dolorose infiammazioni. Un’infezione dell’orecchio medio causa anche un accumulo di pressione dietro il timpano (membrana timpanica [MT]). Questo accumulo di pressione è doloroso e causa anche gonfiore del timpano. Quando è gonfio, talvolta il timpano si perfora rilasciando una piccola secrezione di pus e/o sangue dall’orecchio. Raramente, un’infezione dell’orecchio medio si diffonde all’osso mastoideo dietro l’orecchio (causando mastoidite).

Le persone affette da diabete e quelle con sistema immunitario compromesso (a causa di un’infezione da HIV o della chemioterapia antitumorale) possono sviluppare una grave forma di otite esterna detta otite esterna necrotizzante o maligna.

Le variazioni di pressione durante i voli aerei o le immersioni subacquee possono causare otalgia (vedere anche Barotrauma dell’orecchio). Questo dolore compare quando il condotto che collega l’orecchio medio alla regione retronasale (tromba di Eustachio) si ostruisce o smette di funzionare normalmente. L’ostruzione o la disfunzione impedisce alla pressione dell’orecchio medio di eguagliare quella esterna. La differenza di pressione preme o spinge sul timpano, causando dolore. Le variazioni di pressione possono causare anche la rottura della membrana timpanica.

Le cause più comuni di dolore cronico (presente da più di 2-3 settimane) sono

  • Disfunzione cronica delle trombe di Eustachio

  • Infezione cronica dell’orecchio esterno

Una causa meno comune di dolore cronico è il dolore da disturbi che interessano la laringe, tra cui il cancro (chiamato dolore riferito).

Valutazione

Le seguenti informazioni possono aiutare il soggetto con mal d’orecchio a decidere se è richiesta una visita medica e cosa aspettarsi durante la stessa.

Segnali d’allarme

Nei soggetti con otalgia, determinati sintomi e caratteristiche possono essere fonte di preoccupazione:

  • Diabete o un sistema immunitario compromesso

  • Arrossamento o gonfiore dietro l’orecchio

  • Grave gonfiore sull’apertura del condotto uditivo

  • Fuoriuscita di liquidi dall’orecchio

  • Dolore cronico, soprattutto in soggetti con altri sintomi a carico del collo/testa (come raucedine, difficoltà a deglutire od ostruzione nasale)

Quando rivolgersi a un medico

In presenza di segnali d’allarme o secrezioni auricolari è necessario consultare il prima possibile un medico, a meno che l’unico segnale d’allarme non sia il dolore cronico. In questo caso, un ritardo di una settimana di solito non comporta un pericolo. In presenza di dolore acuto è necessario rivolgersi al medico nel giro di qualche giorno (o prima se il dolore è grave).

Come si comporta il medico

Il medico inizia ponendo al paziente domande sui sintomi e sull’anamnesi. Quindi svolge un esame obiettivo concentrato sulle orecchie, il naso e la gola. I risultati dell’anamnesi e dell’esame obiettivo spesso suggeriscono una causa del mal d’orecchio e gli eventuali esami da effettuare (vedere tabella Alcune cause e caratteristiche del mal d’orecchio).

Oltre alla presenza di segnali d’allarme, è importante stabilire se l’esame dell’orecchio sia normale. Le infezioni dell’orecchio esterno e medio causano anomalie che, combinate ai sintomi e all’anamnesi medica del soggetto, in genere suggeriscono una causa.

I soggetti con un esame dell’orecchio normale potrebbero avere mal d’orecchio per un altro motivo, come la tonsillite. Se, durante l’esame dell’orecchio, non vengono riscontrate anomalie ma la persona soffre di dolore cronico, talvolta, il medico sospetta una malattia dell’ATM. Tuttavia, nelle persone con dolore cronico sarebbe bene svolgere un esame approfondito del collo e della testa (incluso un esame a fibre ottiche) per escludere un cancro o un tumore delle cavità nasali e del nasofaringe.

Tabella
icon

Alcune cause e caratteristiche del mal d’orecchio

Causa

Caratteristiche comuni*†

Diagnosi‡

Orecchio medio

Ostruzione acuta della tromba di Eustachio (per esempio, dovuta a un raffreddore o ad allergie)

Fastidio da lieve a moderato

Gorgoglii, scricchiolii o scoppiettii, accompagnati o meno da congestione nasale

Riduzione dell’udito nell’orecchio interessato

Visita medica

Variazioni della pressione (barotrauma)

Dolore grave

Storia di recente variazione rapida della pressione (come un viaggio aereo o un’immersione subacquea)

Frequente comparsa di sangue sopra o dietro al timpano

Visita medica

Infezione recente dell’orecchio medio

Arrossamento e dolorabilità alla palpazione dietro l’orecchio

Frequente febbre e/o secrezioni dall’orecchio

Visita medica

Talvolta, TC

Talvolta, audiometria

Otite media (acuta o cronica)

Dolore intenso, spesso con sintomi di raffreddore

Estroflessione e arrossamento del timpano

Più diffusa fra i bambini

Talvolta, secrezione dall’orecchio

Visita medica

Talvolta, audiometria

Miringite infettiva (infezione del timpano)

Dolore grave

Timpano infiammato

Piccole vescicole sulla superficie del timpano

Visita medica

Dolore grave

Vescicole o pustole sull’orecchio esterno

Con eventuale perdita dell’udito o debolezza facciale

Visita medica

Orecchio esterno

Visibile durante la visita medica

Corpi estranei quasi sempre durante l’infanzia

Visita medica

Di solito, in coloro che tentano di pulirsi l’orecchio

Visibile durante la visita medica

Visita medica

Otite esterna (acuta o cronica)

Prurito e dolore (più prurito e solo lieve fastidio nell’otite esterna cronica)

Spesso, esperienze di nuoto o esposizione ricorrente all’acqua

A volte, secrezione maleodorante

Condotto uditivo esterno gonfio e arrossato con materiale simile al pus

Visita medica

TC in caso di otite esterna maligna sospetta

Cause dovute alle strutture adiacenti all’orecchio§

Tumore di gola, tonsille, base della lingua, laringe o cavità nasali e nasofaringe

Fastidio cronico

Spesso, lunga storia di uso di tabacco e/o di alcol

Talvolta, linfonodi ingrossati del collo non dolenti alla palpazione

Di solito, nelle persone anziane

RMI con gadolinio

Endoscopia a fibre ottiche con asportazione ed esame (biopsia) delle lesioni visibili

Infezione (tonsille, ascesso peritonsillare)

Dolore molto più forte durante la deglutizione

Rossore visibile della gola e/o delle tonsille

Visita medica

A volte, coltura

Nevralgia (nervo infiammato, ad esempio nervo glossofaringeo infiammato)

Dolore intenso, frequente, molto forte che dura meno di 1 secondo

Visita medica

Il dolore si aggrava con il movimento della mandibola

Assenza di movimento uniforme dell’ATM

Visita medica

Talvolta, radiografia panoramica o TC

* Le caratteristiche includono i sintomi e gli esiti della visita medica. Le caratteristiche citate sono tipiche, ma non sempre presenti.

† Molte persone con malattie dell’orecchio esterno e medio presentano un certo grado di perdita dell’udito.

‡ Sebbene la visita medica venga sempre effettuata, in questa colonna viene menzionato solo se la diagnosi può talvolta essere formulata esclusivamente attraverso la visita medica, senza dover ricorrere ad eventuali esami. In altre parole, potrebbero non essere necessari ulteriori esami.

§ Una caratteristica comune è un esame di un orecchio normale.

TC = tomografia computerizzata; RMI = risonanza magnetica per immagini; ATM = articolazione temporo-mandibolare.

Esami

Nella maggior parte dei casi, l’esame del medico è sufficiente per ottenere una diagnosi e i test non sono necessari. Tuttavia, i soggetti con un esame dell’orecchio normale, soprattutto chi soffre di dolore cronico o ricorrente, possono essere sottoposti a test per escludere un tumore. Tali test di solito includono l’esame del naso, della gola e della laringe con una sonda flessibile a fibre ottiche (endoscopio) e la risonanza magnetica per immagini (RMI) della testa e del collo.

Trattamento

Il modo migliore per trattare l’otalgia è occuparsi del disturbo di base.

Il soggetto può assumere un antidolorifico per via orale. Di solito, è utile un farmaco antinfiammatorio non steroideo (FANS) o paracetamolo. Tuttavia, alcune persone, soprattutto chi presenta un’infezione grave dell’orecchio esterno, potrebbero dover assumere per qualche giorno un oppioide, come ossicodone o idrocodone. Per un’infezione grave dell’orecchio esterno, i medici spesso aspirano il pus o altre secrezioni dal condotto uditivo e inseriscono un piccolo stuello in schiuma. Lo stuello può essere inumidito con gocce auricolari cortisoniche e/o antibiotiche.

Le gocce auricolari che contengono antidolorifici (come combinazioni di antipirina/benzocaina) in genere non sono molto efficaci ma possono essere usate per qualche giorno. Queste gocce (e qualsiasi altra goccia auricolare, come quelle per rimuovere il cerume) non devono essere usate da soggetti che potrebbero avere un timpano perforato. Si consiglia quindi di consultare un medico prima dell’uso.

Sapevate che…

  • È necessario evitare di pulire l’interno delle orecchie con degli oggetti, anche se soffici.

È necessario evitare di pulire l’interno delle orecchie con degli oggetti (anche se soffici o se la persona pensa di fare attenzione). Inoltre, non bisogna cercare di irrigare le orecchie senza previa indicazione di un medico e in tal caso, bisogna farlo con delicatezza. Un irrigatore orale (come quelli usati per la pulizia dei denti) non va mai usato nelle orecchie.

Punti principali

  • La maggior parte dei mal d’orecchio è dovuta a un’infezione dell’orecchio esterno o medio.

  • In genere, per formulare la diagnosi è sufficiente un esame obiettivo.

  • Se, durante l’esame, l’orecchio sembra normale, il medico cerca un disturbo nelle strutture adiacenti.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti

ALTRI ARGOMENTI IN QUESTO CAPITOLO

Metti alla prova la tua conoscenza

Biologia della gola
Quale delle seguenti è la funzione principale della laringe?

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE