Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Antrace
Antrace
Antrace

In condizioni difficili i batteri grandi, a forma di bastoncello che causano l’antrace, si sviluppano in spore che possono essere rilasciate nell’aria e inalate. Le spore inalate vengono trascinate nella trachea, che si divide, o si ramifica, nei bronchi. Data le loro piccole dimensioni, le spore vengono portate nei bronchioli sempre più piccoli, raggiungendo infine i sacchi alveolari minuscoli dei polmoni.

Negli spazi alveolari, le cellule immunologiche, chiamate macrofagi, fagocitano le spore e le attaccano con gli enzimi. Sebbene alcune spore vengano distrutte, molte altre sopravvivono all’attacco immunologico. Le spore sopravvissute viaggiano attraverso il sistema linfatico e si accumulano all’interno dei linfonodi nel torace.

Dopo un periodo di tempo, le spore germineranno e diventeranno batteri dell’antrace pienamente sviluppati che si riprodurranno all’interno dei linfonodi. Poiché questi batteri si moltiplicano, producono tossine nocive che causano ingrossamento ed emorragia linfonodali. Le tossine viaggiano anche rapidamente attraverso il torrente ematico, producendo i gravi sintomi dell’antrace.

Entro pochi giorni dall’esposizione iniziale, si sviluppano sintomi simil-influenzali comprendenti febbre, tosse, dolori e malessere generale. Sebbene alcune persone abbiano un breve recupero, esso è seguito da un rapido avvio di sintomi più gravi. Durante questo periodo, si sviluppano ferite nel tessuto polmonare, dove i batteri sono precedentemente entrati nell’organismo, e si forma del liquido all’interno della cavità toracica. Ciò produce sanguinamento e gonfiore e limita la respirazione.

Le tossine raggiungono anche il cervello e il midollo spinale, causando sanguinamento all’interno degli strati sottili del tessuto che riveste queste strutture. I risultati sono gravi problemi respiratori, emorragie, shock e spesso decesso. Tuttavia, questi risultati catastrofici possono essere potenzialmente evitati prendendo il vaccino contro l’antrace o prendendo antibiotici come la penicillina o il cipro poco dopo.

In questi argomenti
Antrace