Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link
Alcune cause e caratteristiche del sanguinamento vaginale

Alcune cause e caratteristiche del sanguinamento vaginale

Causa

Caratteristiche comuni*

Esami

in età neonatale

Esposizione agli estrogeni della madre prima della nascita

Un leggero sanguinamento durante le prime 1-2 settimane di vita

Visita medica

Durante l’infanzia

Un oggetto estraneo (corpo) all’interno della vagina

Di solito, secrezioni maleodoranti, spesso con piccole quantità di sangue

Talvolta, inserimento ripetuto di un oggetto nella vagina

Visita medica, talvolta dopo aver somministrato alla ragazza un sedativo o un’anestesia generale

Sviluppo dei seni e comparsa della peluria pubica e sottoascellare (come nella pubertà) in età molto giovane

Visita medica

Radiografia della mano e del polso per verificare la crescita accelerata delle ossa

Esami del sangue per misurare i livelli ormonali

Abuso sessuale

Difficoltà a camminare o stare seduta e/o ecchimosi o lacerazioni attorno ai genitali, l’ano oppure la bocca

Secrezione vaginale o prurito

Visita medica

Durante l’età fertile

Sanguinamento uterino anomalo, specialmente sanguinamento uterino anovulatorio†

Solitamente il sanguinamento che si verifica in modo frequente o irregolare o che dura più a lungo o è più abbondante delle normali mestruazioni

Esami per escludere altre possibili cause, fra cui esami del sangue ed ecografie, spesso con un dispositivo a ultrasuoni dotato di impugnatura e inserito in vagina

Endometriosi (placche di tessuto localizzate in modo anomalo anziché solamente nell’epitelio uterino)

Dolore acuto o crampiforme che si manifesta prima e durante i primi giorni delle mestruazioni

Spesso il rapporto sessuale e/o la defecazione sono dolorosi

Con il passare del tempo, può causare dolore indipendentemente dal ciclo mestruale

Talvolta infertilità

Visita medica

Inserimento di una sottile sonda a fibre ottiche (laparoscopio) nella cavità addominale per individuare eventuali tessuti anomali e prelevarne un campione per la biopsia

Fibromi (tumori benigni) all’interno dell’utero

Spesso, assenza di altri sintomi

Con fibromi estesi, talvolta dolore, pressione o sensazione di pesantezza nell’area pelvica

Visita medica

Spesso ecografia o ecoisterografia (ecografia eseguita dopo aver iniettato un liquido nell’utero)

In caso di risultati non chiari, RMI

Disturbi ormonali, come una ghiandola tiroidea ipoattiva (ipotiroidismo)

  • Frequenza cardiaca lenta

  • Aumento di peso

  • Intolleranza al freddo

  • Pelle secca e ruvida

  • Rilassamento del viso e perdita di espressività facciale

  • Letargia

Analisi del sangue per misurare i livelli di ormone tiroideo

Eccesso di peluria corporea (irsutismo)

Mestruazioni irregolari o assenti, acne, eccesso di sebo sul dorso

Cute scurita e ispessita sotto le ascelle, sulla nuca e nelle pieghe della pelle

Visita medica

Analisi del sangue per misurare i livelli ormonali, come il testosterone (un ormone maschile) e l’ormone follicolo-stimolante (che aiuta a stimolare le ovaie a produrre estrogeno e progesterone)

Ecografia della pelvi

Polipi nella cervice o nell’utero

Spesso, asintomatica

Talvolta sanguinano nell’intervallo fra le mestruazioni o dopo un rapporto sessuale

Complicanze di una gravidanza non riconosciuta

Dolore pelvico crampiforme (nella parte più bassa del dorso) o dolore alla schiena

Talvolta, fuoriuscita di tessuto attraverso la vagina (di solito dopo un aborto)

In caso di rottura di una gravidanza ectopica, dolore pelvico costante e talvolta di stordimento, svenimenti o pressione sanguigna pericolosamente bassa (collasso)

Visita medica

Ecografia della pelvi

In caso di sospetta gravidanza ectopica:

  • Analisi delle urine e del sangue per misurare i livelli di un ormone prodotto dalla placenta chiamato gonadotropina corionica umana (hCG)

  • Talvolta, in caso di sospetta gravidanza ectopica, laparoscopia (inserimento nell’addome di una sottile sonda di esplorazione) o laparotomia (ampia incisione nell’addome per consentire ai medici di osservare direttamente gli organi)

Spotting o sanguinamento fra due cicli (perdite ematiche intermestruali) di solito nei primi mesi in cui si utilizzano contraccettivi orali o ormonali

Spesso, assenza di altri sintomi

Visita medica

dopo la menopausa

Assottigliamento dell’epitelio vaginale (vaginite atrofica)

Leggera secrezione

Dolore durante il rapporto sessuale

Visita medica

Esame al microscopio e analisi di un campione di secreto

Ispessimento dell’epitelio uterino (iperplasia endometriale)

Spesso, assenza di altri sintomi

Isteroscopia (inserimento di una sonda a fibre ottiche attraverso la vagina per osservare l’utero) o ecoisterografia

Biopsia dei tessuti prelevati dall’epitelio uterino

Spesso nessun altro sintomo fino allo stadio avanzato del carcinoma

Talvolta sanguinamento vaginale o secrezione bruna o contenente sangue

Dolore che si sviluppa gradualmente

Occasionale perdita di peso

Biopsia

Talvolta, esami di diagnostica per immagini della pelvi, come ecografia, RMI o TC

A qualunque età

Tendenza alle ecchimosi

Sanguinamento eccessivo durante lo spazzolamento dei denti o a seguito di piccoli tagli

Eruzione cutanea di punti rosso violacei (petecchie) o chiazze più ampie (porpora) che indicano sanguinamento sottocutaneo

Emocromo completo, compreso il numero delle piastrine

Esami del sangue per valutare la capacità di coagulazione del sangue (tempo di protrombina e tempo di protrombina parziale)

Esame di un campione di sangue al microscopio

Lesione (comprese quelle conseguenti ad abuso sessuale)

Talvolta anamnesi di lesioni

Spesso secrezione vaginale

Visita medica

In caso di sospetto abuso sessuale:

  • Esame al microscopio e analisi di un campione di secreto

  • Esami per la rilevazione di malattie sessualmente trasmesse attraverso il prelievo di un campione delle secrezioni cervicali

* Le caratteristiche includono sintomi ed esiti della visita medica. Le caratteristiche citate sono tipiche, ma non sempre presenti.

† Nel sanguinamento uterino anovulatorio le ovaie non rilasciano un ovulo (ovulazione). Questo tipo di sanguinamento deriva da cambiamenti nel controllo ormonale del ciclo mestruale.

TC = Tomografia computerizzata; RMI = Risonanza magnetica per immagini.