Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link
Alcune cause e caratteristiche della perdita della vista improvvisa

Alcune cause e caratteristiche della perdita della vista improvvisa

Causa

Caratteristiche comuni*

Diagnosi †

Perdita della vista improvvisa senza dolore oculare

Perdita improvvisa e di breve durata della vista di un occhio (detta amaurosi fugace) dovuta a un attacco ischemico transitorio

Cecità da un occhio che dura qualche minuto o qualche ora

A volte, RMI o TC

Ecografia delle arterie carotidee

Ecocardiogramma (ecografia del cuore)

ECG

Monitoraggio continuo del ritmo cardiaco

Ostruzione dell’arteria retinica centrale (l’arteria che porta il sangue alla retina)

Perdita completa, quasi istantanea della vista in un occhio

In soggetti con fattori di rischio per l’aterosclerosi (come ipertensione arteriosa, lipidi ematici anomali o fumatori)

Misurazione della VES (un esame del sangue), della proteina C reattiva e delle piastrine

A volte, RMI o TC

Ecografia delle arterie carotidee

Ecocardiogramma (ecografia del cuore)

ECG

Monitoraggio continuo del ritmo cardiaco (monitoraggio Holter)

Ostruzione della vena retinica centrale (la vena che trasporta via il sangue dalla retina)

In soggetti con fattori di rischio per questo disturbo (come diabete, ipertensione arteriosa, una tendenza all’eccessiva coagulazione o anemia falciforme)

Visita medica

Emorragia vitreale (sanguinamento nell’umor vitreo, la sostanza gelatinosa che riempie la parte posteriore del bulbo oculare)

In soggetti con macchie, fili o ragnatele nel campo visivo (corpi mobili) o con fattori di rischio per emorragia vitreale (come diabete, una lacerazione della retina, anemia falciforme o un trauma oculare)

Di solito, perdita dell’intero campo visivo (non solo in uno o più punti)

Visita di un oftalmologo

Talvolta, ecografia della retina

Arterite a cellule giganti (temporale) (infiammazione delle grandi arterie della testa, del collo e della parte superiore del corpo) che può ostruire il flusso sanguigno verso il nervo ottico

Talvolta, cefalea, dolore mentre ci si pettina o dolore alla mandibola o alla lingua mentre si mastica

Talvolta dolori e rigidità dei grandi muscoli delle braccia o delle gambe (polimialgia reumatica)

Misurazione di VES, proteina C reattiva e piastrine

Biopsia dell’arteria temporale

Neuropatia ottica ischemica (danno del nervo ottico causato dall’ostruzione della relativa irrorazione sanguigna)

In soggetti con fattori di rischio per questo disturbo (come diabete o ipertensione arteriosa) o con un episodio pregresso di pressione arteriosa molto bassa che talvolta causa lo svenimento

Visita medica

Misurazione di VES, proteina C reattiva e piastrine

Talvolta, biopsia dell’arteria temporale

A volte eco Doppler dell’arteria carotide (ecografia delle vene del collo) ed ecocardiogramma (ecografia del cuore)

Emorragia maculare (sanguinamento intorno alla macula, la parte più sensibile della retina) causata da degenerazione maculare correlata all’età

Di solito in soggetti notoriamente affetti da degenerazione maculare legata all’età o con fattori di rischio per disturbi dei vasi sanguigni (come ipertensione arteriosa, fumo o lipidi ematici anomali)

Visita medica

Emicrania oculare (emicrania che influisce sulla vista)

Macchie irregolari e brillanti che vagano lungo il campo visivo di un occhio per circa 10-20 minuti

Talvolta, offuscamento della visione centrale (ciò che si vede davanti a sé)

Talvolta, cefalea dopo i disturbi della vista

Frequente nei soggetti giovani o che notoriamente soffrono di emicrania

Visita medica

Improvvisi flash luminosi spontanei che possono sembrare lampi, macchie o stelle (fotopsia), ripetuti

Perdita della vista a carico di un’area, di solito ciò che si vede agli angoli dell’occhio (visione periferica)

Perdita della vista diffusa nel campo visivo, come una tenda

Talvolta, in soggetti con fattori di rischio per il distacco della retina (come trauma oculare o intervento di chirurgia oculare recente oppure miopia grave)

Visita medica

Di solito, perdita delle stesse porzioni del campo visivo in entrambi gli occhi

In soggetti con fattori di rischio per questi disturbi (come ipertensione arteriosa, aterosclerosi, diabete, lipidi ematici anomali o fumatori)

Talvolta, eloquio rallentato, movimenti oculari compromessi, debolezza muscolare e/o difficoltà a deambulare

A volte, RMI o TC

ECG

Ecografia delle arterie carotidee

Ecocardiogramma (ecografia del cuore)

Monitoraggio continuo del ritmo cardiaco

Perdita della vista improvvisa con dolore oculare

Grave dolore e arrossamento oculare

Cefalea, nausea, vomito e sensibilità alla luce

Disturbi della vista come aloni intorno alle luci

Misurazione della pressione all’interno dell’occhio (tonometria)

Esame dei canali di drenaggio oculare con una lente speciale (gonioscopia) eseguito da un oftalmologo

Ulcera corneale (solitamente causata da infezione batterica o virale)

Spesso una macchia grigiastra sulla cornea che si trasforma in una ferita aperta e dolorosa

Dolore oculare o sensazione di un corpo estraneo

Arrossamento oculare e lacrimazione

sensibilità alla luce

Talvolta in soggetti che hanno un’infezione dovuta a un trauma oculare o che hanno dormito indossando le lenti a contatto

Visita medica

Coltura di un campione prelevato dall’ulcera, effettuata da un oftalmologo

Neurite ottica (infiammazione del nervo ottico) che può essere correlata alla sclerosi multipla

Di solito, dolore lieve che può peggiorare con il movimento degli occhi

Perdita della vista parziale o completa

Palpebre e cornee di aspetto normale

Spesso RMI

* Le caratteristiche includono i sintomi e gli esiti della visita medica. Le caratteristiche citate sono tipiche, ma non sempre presenti.

† Sebbene la visita medica venga sempre effettuata, in questa colonna viene menzionato solo se la diagnosi può talvolta essere formulata esclusivamente attraverso la visita medica, senza dover ricorrere ad eventuali esami. In altre parole, potrebbero non essere necessari ulteriori esami.

TC = tomografia computerizzata; ECG = elettrocardiogramma; VES = velocità di eritrosedimentazione; RMI = risonanza magnetica per immagini.