Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link
Trattamento del cancro della mammella in base al tipo

Trattamento del cancro della mammella in base al tipo

Tipo

Trattamenti possibili

Carcinoma duttale in situ (tumore limitato ai dotti galattofori della mammella)

Mastectomia

A volte chirurgia conservativa della mammella (asportazione del tumore lasciando intatta la maggior porzione di mammella possibile) con o senza radioterapia

A volte farmaci bloccanti l’attività ormonale

Carcinoma lobulare in situ classico (tumore limitato alle ghiandole mammarie)

Chirurgia per asportare il tumore

Osservazione oltre a esami e mammografie regolari

Tamoxifene o, per le donne in post-menopausa, raloxifene o un inibitore dell’aromatasi (come anastrozolo, exemestano o letrozolo) per ridurre il rischio di tumore invasivo

Raramente, mastectomia bilaterale (rimozione di entrambe le mammelle) per prevenire il tumore invasivo

Carcinoma lobulare in situ pleomorfico (che, a differenza del tipo classico, porta a carcinoma invasivo)

Intervento chirurgico per asportare l’area anomala

Talvolta tamoxifene o raloxifene per cercare di prevenire l’espansione del tumore

Tumore allo stadio I e II (stadio iniziale)

Chemioterapia prima della chirurgia se il tumore supera i 5 centimetri o è attaccato alla parete toracica

Chirurgia mammaria conservativa per rimuovere il tumore e parte del tessuto circostante seguita da radioterapia

Mastectomia con o senza ricostruzione della mammella

Dopo l’intervento chirurgico, chemioterapia, farmaci bloccanti gli ormoni, farmaci anti-HER2 (come trastuzumab) o una combinazione di questi, a eccezione di alcune donne in post-menopausa con tumori di dimensioni inferiori a 0,5-1 centimetro e assenza di tumore nei linfonodi

Tumore allo stadio III (avanzato localmente) (compreso il cancro della mammella infiammatorio)

Chemioterapia o talvolta terapia bloccante l’attività ormonale prima dell’intervento chirurgico per ridurre le dimensioni del tumore

Chirurgia conservativa o mastectomia se il tumore è abbastanza piccolo da poter essere rimosso completamente

Di solito, radioterapia dopo la chirurgia

Talvolta chemioterapia, terapia bloccante l’attività ormonale o entrambe dopo la chirurgia

Per il cancro della mammella infiammatorio, mastectomia, chemioterapia e radioterapia

Tumore allo stadio IV (metastatico)

Se il tumore provoca sintomi e presenta metastasi, terapia bloccante l’attività ormonale, ablazione delle ovaie* o chemioterapia

Se le cellule tumorali presentano troppi recettori HER2, trastuzumab, talvolta con pertuzumab

Nei seguenti casi, radioterapia:

  • metastasi cerebrali

  • metastasi cutanee recidivanti

  • metastasi ossee sintomatiche

Per le metastasi ossee, bifosfonati (come zoledronato o pamidronato) somministrati per via endovenosa per ridurre il dolore e la perdita ossea

malattia di Paget del capezzolo

Se è presenta anche un cancro della mammella, trattamento in base al tipo di carcinoma

Talvolta, rimozione chirurgica solo del capezzolo e di una parte del tessuto sano circostante (escissione locale)

Cancro della mammella recidivante nelle mammelle o nelle strutture adiacenti

Mastectomia talvolta preceduta da chemioterapia o farmaci che bloccano gli ormoni

Talvolta radioterapia

Chemioterapia o terapia ormonale

Tumori filloidi

Escissione ampia

Radioterapia se il tumore è maligno

Mastectomia se il tumore è di grosse dimensioni o se l’analisi delle cellule anomale suggerisce la presenza di un tumore

*L’ablazione delle ovaie comporta l’asportazione di tali organi o la soppressione della loro produzione di estrogeni mediante farmaci. Le ovaie sono la fonte principale di estrogeni nelle donne in pre-menopausa.