Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Sanguinamento eccessivo dall’utero al momento del parto

(emorragia post parto)

Di

The Manual's Editorial Staff

Revisionato dal punto di vista medico ago 2021
CONSULTA LA VERSIONE PER I PROFESSIONISTI
Ottenere tutti i dettagli

Cos’è il sanguinamento uterino eccessivo?

Eccessivo significa troppo. Qualche sanguinamento dopo il parto è normale. Un perdita di oltre di 2 tazze di sangue dopo un parto vaginale rappresenta un sanguinamento uterino eccessivo.

  • Il motivo più comune del sanguinamento eccessivo è un utero che rimane disteso e che non si contrae come dovrebbe.

  • Il sanguinamento eccessivo viene trattato massaggiando l’addome e prescrivendo farmaci che aiutano l’utero a contrarsi.

  • Può essere anche somministrata una trasfusione di sangue.

  • Raramente, è necessario un trattamento chirurgico

Qual è la causa di un eccessivo sanguinamento durante il parto?

Più spesso, il sanguinamento eccessivo è dovuto a:

  • Dopo il parto l’utero non si contrae come dovrebbe

Altri motivi di un sanguinamento eccessivo includono:

  • La vagina o la cervice (la parte inferiore dell’utero) subiscono lacerazioni durante il parto

  • Un disturbo emorragico interrompe la coagulazione del sangue

  • Parte della placenta rimane nell’utero dopo il parto

Il rischio di sanguinamento aumenta:

  • In caso di molti parti precedenti

  • Travaglio molto lungo

  • Gravidanza multipla (es. gemelli o trigemini)

  • Parto di un bambino molto grande

Come si può fermare il sanguinamento eccessivo?

Prima del travaglio i medici adottano delle misure per prevenire o prepararsi al sanguinamento eccessivo dopo il parto.

  • Si controllano i rischi di sanguinamento della madre, come un eccesso di liquido amniotico o un disturbo emorragico.

  • Se la donna possiede un gruppo sanguigno poco comune, i medici si assicurano che sia disponibile quel tipo di sangue.

  • Si tenta di far uscire il bambino il più lentamente e delicatamente possibile.

  • Dopo il parto la paziente viene tenuta sotto osservazione per almeno 1 ora, assicurandosi che l’utero si contragga e controllando il sanguinamento.

Come si stabilisce se il sanguinamento è eccessivo?

Il medico interviene nel modo seguente:

  • Controlla se la perdita di sangue è eccessiva

  • Preme l’addome per vedere se l’utero sia compatto come dovrebbe

  • Osserva la pressione arteriosa e il battito cardiaco, un calo di pressione o un battito cardiaco accelerato possono significare una perdita eccessiva di sangue

Cosa succede in caso di sanguinamento eccessivo?

Il medico interviene nel modo seguente:

  • Comprime fermamente e massaggia l’addome per favorire la contrazione dell’utero

  • Controlla eventuali lacerazioni di vagina e cervice

  • Prescrive farmaci per far contrarre l’utero

  • Somministra liquidi o sangue per via endovenosa per sostituire il sangue perso

Premere l’addome aiuta l’utero a contrarsi e a interrompere il sanguinamento. Esistono vari farmaci diversi che possono essere somministrati per via EV o mediante un’iniezione.

Se il sanguinamento continua, il medico può eseguire un intervento chirurgico, tra cui:

  • Raschiare l’interno dell’utero per rimuovere eventuali pezzi di placenta rimasti

  • Inserire un palloncino nell’utero per interrompere il flusso di sangue

  • Riempire l’utero di garza

  • Suturare la parte inferiore dell’utero

  • Bloccare le vene di grosso calibro che portano sangue all’utero

  • Come ultima istanza, isterectomia (rimozione dell’utero)

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI CONSULTA LA VERSIONE PER I PROFESSIONISTI
CONSULTA LA VERSIONE PER I PROFESSIONISTI
PARTE SUPERIORE