Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Panoramica sulla sessualità

Di

George R. Brown

, MD, East Tennessee State University

Ultima revisione/verifica completa ago 2019| Ultima modifica dei contenuti ago 2019
per accedere alla Versione per i professionisti

La sessualità è una componente normale della vita umana. Tuttavia, i comportamenti sessuali considerati normali variano notevolmente nello stesso ambito culturale e nelle diverse culture. Difatti, risulta impossibile definire una sessualità “normale”. Esistono ampie variazioni non solo nell’ambito del comportamento sessuale, ma anche nella frequenza o nel bisogno di soddisfacimento sessuale. Alcuni soggetti desiderano praticare attività sessuale più volte al giorno, mentre altri sono soddisfatti da un’attività saltuaria (ad esempio, praticata poche volte l’anno).

Tuttavia, se il comportamento sessuale causa una sofferenza significativa al soggetto, al suo partner o a un’altra persona, il soggetto può aver bisogno della valutazione di un operatore sanitario e di essere sottoposto a trattamento.

Anche se per i giovani risulta spesso difficile credere che gli anziani manifestino ancora desideri sessuali, la realtà dimostra che, nella maggior parte dei casi, il sesso rimane una componente importante e soddisfacente fino all’età avanzata. I problemi legati alla funzione sessuale, come la disfunzione erettile negli uomini e il dolore durante il rapporto sessuale (dispareunia), gli spasmi dolorosi dei muscoli vaginali (vaginismo) o problemi relativi all’orgasmo nelle donne interessano ogni fascia di età, sebbene tendano a essere più frequenti negli anziani. Molti di questi problemi possono essere efficacemente trattati con i farmaci (particolarmente noti quelli per la disfunzione erettile).

L’atteggiamento di una persona riguardo al comportamento sessuale è fortemente influenzato dai genitori, che possono nuocere alla capacità dei propri figli di sviluppare un’intimità emotiva e sessuale con comportamenti come i seguenti:

  • essere emotivamente distanti

  • punire i figli troppo severamente

  • essere eccessivamente seducenti e sfruttare sessualmente i bambini

  • essere verbalmente e fisicamente ostili

  • rifiutare i bambini

  • essere crudeli

L’attitudine sociale verso la sessualità e l’identità sessuale varia nel tempo, come illustrato di seguito.

Masturbazione

La masturbazione, un tempo considerata una perversione e persino una causa di malattia mentale, viene da tempo riconosciuta come una normale attività sessuale praticata nel corso di tutta la vita. La masturbazione è praticata da circa il 97% degli uomini e l’80% delle donne. In generale, gli uomini praticano la masturbazione con più frequenza rispetto alle donne. Molte persone continuano a praticare la masturbazione anche se coinvolte in una relazione sessuale gratificante. Sebbene sia normale e venga spesso raccomandata come un modo per praticare “sesso sicuro”, la masturbazione può generare sensi di colpa e sofferenza psicologica a causa della disapprovazione che persiste tuttora in alcuni. Tale stato può provocare notevole sofferenza e persino condizionare le prestazioni sessuali.

Omosessualità

Come per la masturbazione, l’omosessualità, una volta considerata patologica dalla professione medica, non è più vista come un disturbo da oltre quattro decenni. Viene ampiamente riconosciuta come una forma di orientamento sessuale presente sin dall’infanzia. Circa il 4-5% degli adulti pratica esclusivamente relazioni omosessuali per tutta la vita, con un ulteriore 2-5% di soggetti che vive rapporti sessuali con ambo i sessi (bisessualità). Gli adolescenti possono avere esperienze con soggetti dello stesso sesso, ma ciò non implica necessariamente un orientamento di tipo omosessuale o bisessuale in età adulta (vedere Sviluppo della sessualità).

I gay e le lesbiche scoprono di essere attratti da individui dello stesso sesso, proprio come gli eterosessuali percepiscono un’attrazione verso il sesso opposto. L’attrazione sembra il risultato di influenze biologiche e ambientali e non la conseguenza di una scelta. Quindi, il termine popolare “preferenza sessuale” ha poco senso in materia di orientamento sessuale, indipendentemente dal fatto che si tratti di eterosessualità, omosessualità o bisessualità.

Attività sessuale frequente con diversi partner

Per alcuni eterosessuali e omosessuali, un’attività sessuale intensa con diversi partner è abitudine comune per tutta la vita. Nelle culture occidentali, questo comportamento è diventato più accettabile. Tuttavia, la promiscuità sessuale è correlata alla trasmissione di alcune malattie (come l’infezione da HIV, l’herpes simplex, l’epatite, la sifilide, la gonorrea, il tumore del collo dell’utero) e può inoltre implicare una difficoltà nell’allacciare relazioni intime durature e significative.

Sesso extraconiugale

Negli Stati Uniti, la maggior parte delle persone ha rapporti sessuali prima o fuori dal matrimonio. Questo comportamento è tipico dei Paesi sviluppati, in cui si tende a una sempre maggiore libertà sessuale. Tuttavia, la maggior parte delle culture scoraggia le persone sposate ad avere rapporti sessuali con persone diverse dal proprio coniuge. Le relazioni extraconiugali avvengono di frequente, nonostante la disapprovazione sociale. Un conseguente problema oggettivo è la possibile diffusione di malattie a trasmissione sessuale all’ignaro coniuge o partner sessuale.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Metti alla prova la tua conoscenza

Disturbo d’ansia generalizzato
Quale caratteristica specifica contraddistingue il disturbo d’ansia generalizzato dai normali problemi e preoccupazioni quotidiani?

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE