Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Identità di genere

Di

George R. Brown

, MD, East Tennessee State University

Ultima revisione/verifica completa ago 2019| Ultima modifica dei contenuti ago 2019
per accedere alla Versione per i professionisti

Vari termini sono usati per parlare di sesso e di genere:

  • Il sesso si riferisce all’aspetto anatomico di una persona e può essere maschile, femminile, oppure né maschile né femminile (genitali ambigui, o intersessuale).

  • L’identità sessuale si riferisce al sesso da cui una persona è (eventualmente) sessualmente attratta.

  • L’identità di genere è il modo in cui la persona vede se stessa: uomo, donna o altro (questo caso talvolta è chiamato genderqueer, non binario, o asessuato), che può essere una via di mezzo, una combinazione di mascolinità e femminilità, nessuna delle due o un’identità che può cambiare spesso.

  • Il ruolo di genere è il modo in cui un individuo si presenta in pubblico dal punto di vista sessuale e comprende il modo di vestire, parlare, acconciarsi i capelli. In effetti, riguarda tutto ciò che una persona dice o fa per indicare mascolinità o femminilità.

Per la maggior parte delle persone, l’identità di genere corrisponde al sesso anatomico (quello alla nascita) e al relativo ruolo di genere (come quando un uomo che si sente intimamente tale e agisce in pubblico in modo mascolino).

Sapevate che…

  • Molti bambini attraversano una fase in cui amano giocare con i giocattoli per bambine.

L’identità di genere è ben definita fin dalla prima infanzia (tra i 18 e i 24 mesi). Nel corso dell’infanzia, i bambini apprendono di essere maschi e le bambine di essere femmine. A volte, i bambini prediligono attività considerate da molte persone nel loro ambiente sociale più adatte all’altro sesso (definito comportamento non conforme al genere). Ad esempio, a una bambina può piacere il baseball o la lotta. Un bambino potrebbe giocare con le bambole e preferire cucinare agli sport o ai giochi violenti. Di solito, questo comportamento rientra nel normale sviluppo. Non significa che i bambini abbiano un problema di identità di genere, purché si identifichino e siano a proprio agio con il sesso di nascita. La maggior parte dei ragazzi che preferiscono le attività ritenute più appropriate per le ragazze non ha problemi di identità di genere crescendo. Tuttavia, molti di coloro che preferiscono costantemente queste attività tendono maggiormente ad essere omosessuali o bisessuali da adulti.

I bambini nati con genitali ambigui di solito non presentano un problema di identità di genere se vengono orientati con decisione verso un sesso o l’altro, persino nel caso in cui siano educati in un ruolo sessuale opposto al proprio schema sessuale biologico. Se la chirurgia genitale sia appropriata per bambini e neonati con genitali visibilmente ambigui è un punto controverso.

A volte le persone sentono che la loro identità di genere e la loro costituzione anatomica non coincidono. Talvolta, questa discrepanza provoca notevole sofferenza o compromette le loro capacità funzionali. In questi casi, la condizione viene definita disforia di genere. Il soggetto con disforia di genere può avere necessità di sottoporsi alla valutazione di un operatore sanitario.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE