Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Disturbi indotti da sostanze

Di

Coreen B. Domingo

, DrPH, Baylor College of Medicine;


Xuefeng Zhang

, Baylor College of Medicine

Ultima revisione/verifica completa feb 2019| Ultima modifica dei contenuti feb 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti

I disturbi indotti da sostanze sono un tipo di disturbi correlati a sostanze in cui gli effetti diretti di una sostanza causano dei problemi.

I disturbi indotti da sostanze includono

  • Intossicazione

  • Astinenza

  • Disturbi mentali indotti da sostanze

I disturbi indotti da sostanze possono essere causati da numerose sostanze diverse. I disturbi possono manifestarsi a prescindere dal fatto che una sostanza sia legale, socialmente accettabile o che abbia o meno un uso medico accettato (con o senza prescrizione). Le manifestazioni specifiche e il trattamento dei sintomi da intossicazione e astinenza variano in base alla sostanza e vengono trattate in una sezione diversa del Manuale.

Le persone che si iniettano droghe possono anche sviluppare problemi correlati all’iniezione stessa piuttosto che alla droga, soprattutto infezioni.

Intossicazione

Questo termine si riferisce agli effetti immediati e temporanei di una sostanza stupefacente specifica. L’intossicazione compromette la funzionalità mentale e il senno di una persona e può alterare l’umore. A seconda della sostanza stupefacente, si può avvertire un senso di eccitazione, una sensazione esagerata di benessere (o di euforia), oppure ci si può sentire più calmi, rilassati e sonnolenti del solito.

Molte sostanze stupefacenti compromettono la funzionalità fisica e la coordinazione, con conseguenti cadute e incidenti stradali. Alcune sostanze stupefacenti innescano un comportamento aggressivo, che genera combattività. Con l’uso di quantità di sostanze stupefacenti sempre maggiori (una condizione chiamata overdose), gli effetti avversi diventano più evidenti, con gravi complicanze e a volte il rischio di morte.

Tolleranza significa che i soggetti hanno un bisogno sempre maggiore di una sostanza stupefacente per sentire gli effetti originariamente causati da una minore quantità. È possibile sviluppare un’enorme tolleranza alle sostanze stupefacenti come gli oppiacei e l’alcol.

Astinenza

Il termine astinenza si riferisce ai sintomi che compaiono quando le persone smettono di assumere una sostanza o ne assumono una quantità decisamente inferiore al solito. L’astinenza causa vari sintomi spiacevoli che variano in base alla sostanza in questione. L’astinenza da alcune droghe (come l’alcol o i barbiturici) può essere grave e persino potenzialmente letale. La maggior parte delle persone che sperimenta l’astinenza sa che l’assunzione di una maggior quantità di sostanza ridurrà i loro sintomi.

La comparsa dell’astinenza dipende esclusivamente dal tipo di sostanza e dal periodo di utilizzo, non dal fatto che la persona abbia un disturbo da uso di sostanze, che stia utilizzando la sostanza a scopo ricreativo o che la sostanza sia illegale o meno. Alcuni farmaci con obbligo di prescrizione, in particolare oppiacei, sedativi e stimolanti, possono causare la comparsa di sintomi da astinenza anche quando assunti in base alla prescrizioni per motivi medici legittimi e per periodi relativamente brevi (meno di 1 settimana per gli oppiacei).

In passato, le persone che manifestavano sintomi da astinenza venivano definite fisicamente dipendenti dalla sostanza. Il termine “dipendenza”, tuttavia, ha delle connotazioni negative che indicano un uso illecito del farmaco, pertanto i medici preferiscono evitarlo.

Disturbi mentali indotti da sostanze

I disturbi mentali indotti da sostanze sono alterazioni mentali prodotte dall’uso di sostanze, o dall’astinenza dalle stesse, che assomigliano ai disturbi mentali indipendenti quali depressione, psicosi o ansia.

Affinché un disturbo mentale possa essere considerato indotto da una sostanza, la sostanza in questione deve essere notoriamente in grado di causare tale disturbo. Le sostanze possono essere suddivise in 10 classi di sostanze stupefacenti che causano tipicamente disturbi correlati a sostanze:

Tuttavia anche molte altre sostanze possono causare disturbi mentali. Alcuni esempi comuni sono i farmaci anticolinergici e i corticosteroidi, che possono causare sintomi temporanei di psicosi.

Inoltre, il disturbo mentale dovrebbe

  • Comparire entro 1 mese dall’intossicazione o dall’astinenza dalla sostanza

  • Causare notevole malessere o interferire con le normali funzioni

  • Non essere stato presente prima dell’uso della sostanza

  • Non essere presente solo durante il delirio acuto causato dalla sostanza

  • Non perdurare per un periodo sostanziale di tempo*

*Alcuni disturbi cognitivi causati dall’alcol, dalle sostanze per inalazione o da sedativi/ipnotici e i disturbi percettivi causati dagli allucinogeni, possono protrarsi a lungo.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE