Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Osteonecrosi della mandibola

(ON of the Jaw; ONJ)

Di

Stuart B. Goodman

, MD, PhD, Stanford University

Ultima revisione/verifica completa giu 2020| Ultima modifica dei contenuti giu 2020
per accedere alla Versione per i professionisti
I fatti in Breve

L’osteonecrosi della mandibola è una patologia orale che provoca l’esposizione dell’osso mandibolare.

  • L’osteonecrosi della mandibola si può verificare dopo l’estrazione di un dente, in seguito a un trauma, a radioterapia o per nessun motivo evidente.

  • L’osteonecrosi della mandibola è stata osservata in alcune persone che assumono alte dosi di bifosfonati per via endovenosa, in particolare se sono affette da cancro o sono sottoposte a chirurgia del cavo orale.

  • Per prevenire l’osteonecrosi della mandibola, eventuali interventi di chirurgia orale necessari devono essere effettuati, ove possibile, prima di iniziare la terapia con bifosfonati.

  • Idealmente il trattamento deve essere eseguito da un chirurgo orale con molta esperienza.

L’osteonecrosi della mandibola può manifestarsi spontaneamente o dopo un’estrazione dentaria o un trauma. (La radioterapia nel distretto testa-collo può causare un disturbo simile detto osteoradionecrosi). Talvolta, un’infezione dell’osso (osteomielite) della mandibola viene erroneamente diagnosticata come osteonecrosi della mandibola.

L’osteonecrosi della mandibola è stata osservata raramente in soggetti che hanno ricevuto forti dosi di bifosfonati per via endovenosa, in particolare se affetti da tumore o se si erano sottoposti a un intervento chirurgico del cavo orale mentre assumevano i farmaci. L’osteonecrosi della mandibola non è stata collegata all’uso abituale di bifosfonati assunti per via orale come trattamento per l’osteoporosi. Le persone devono quindi continuare ad assumere bifosfonati come prescritto. Tuttavia, ove possibile, ogni eventuale intervento chirurgico orale necessario deve essere effettuato prima di iniziare l’uso di bifosfonati. I pazienti devono continuare anche ad avere una buona igiene orale durante l’assunzione di bifosfonati.

Sintomi

L’osteonecrosi della mandibola è solitamente dolorosa e può comportare fuoriuscita di pus dalla bocca o dall’area mandibolare. Alcune persone, tuttavia, sono asintomatiche.

Diagnosi

  • Visita da parte di un dentista, un chirurgo orale o un medico

L’osteonecrosi della mandibola viene diagnosticata durante una visita odontoiatrica o di un chirurgo orale o talvolta una semplice visita medica.

Trattamento

  • Rimozione dell’osso morto

  • Uso di antibiotici e collutori orali

Dal momento che l’osteonecrosi della mandibola è difficile da trattare, è opportuno consultare un chirurgo orale esperto nel trattamento di tale patologia. La terapia per l’osteonecrosi della mandibola, in genere, prevede la rimozione mediante raschiamento di parte dell’osso danneggiato, associata all’assunzione di antibiotici orali e all’uso di collutori. Dopo il trattamento, i soggetti devono proseguire con il chirurgo orale che valuterà la guarigione e garantirà che l’area venga mantenuta pulita con un’adeguata igiene orale.

L’ablazione tramite intervento chirurgico di tutta l’area colpita può peggiorare la condizione e non è il trattamento di prima scelta.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti

ALTRI ARGOMENTI IN QUESTO CAPITOLO

Ottieni

Metti alla prova la tua conoscenza

Dolore articolare: articolazione singola
Gli esami del sangue vengono eseguiti per aiutare a formulare una diagnosi o per escludere quale delle seguenti cause di dolore a una singola articolazione?

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE