honeypot link

Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Ascesso della mano

Di

David R. Steinberg

, MD, Perelman School of Medicine at the University of Pennsylvania

Ultima revisione/verifica completa mag 2020| Ultima modifica dei contenuti mag 2020
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

L’ascesso della mano è un accumulo di pus causato solitamente da un’infezione batterica.

Gli ascessi delle mani sono piuttosto comuni e derivano solitamente da traumi.

Un ascesso superficiale può svilupparsi appena sotto la cute in qualsiasi punto della mano, ed è quasi sempre causato da una piccola ferita, come una scheggia o la puntura di un ago. In corrispondenza dell’ascesso si sviluppano dolore intenso, calore e arrossamento, spesso con tumefazione dei linfonodi del cavo ascellare.

Un ascesso più profondo può formarsi in qualsiasi parte del palmo della mano e diffondersi tra le ossa metacarpali (le ossa della mano tra polso e dita). Questo tipo di infezione compare in caso di lesione cutanea o ferita da corpo tagliente. Gli ascessi del palmo possono essere causati da una callosità infetta. Gli ascessi del palmo iniziano con un dolore pulsante, intenso, con gonfiore e forte dolorabilità al tatto. Il gonfiore e il dolore possono essere maggiori nei polpastrelli rispetto al palmo.

I medici formulano la diagnosi di ascesso esaminando la mano. Viene effettuata una radiografia per individuare la presenza di corpi estranei (come il frammento di un dente, un ago o un altro oggetto) che potrebbero essere nascosti sotto la cute.

Trattamento

  • Drenaggio del pus

  • Antibiotici e un tutore

Il trattamento di un ascesso della mano prevede il drenaggio del pus attraverso un’incisione. Inoltre vengono somministrati antibiotici e il soggetto deve indossare un tutore finché l’infezione non scompare.

In seguito, potrebbero essere necessarie delle sedute di fisioterapia per risolvere la rigidità e il gonfiore e migliorare la funzionalità.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE