Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Valutazione del dolore

Di

James C. Watson

, MD, Mayo Clinic College of Medicine and Science

Ultima revisione/verifica completa apr 2020| Ultima modifica dei contenuti apr 2020
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

Né l’esame obiettivo né gli esami di laboratorio possono provare che una persona prova dolore (vedere anche Panoramica sul dolore). Di conseguenza, i medici chiedono informazioni al paziente sull’anamnesi e sulle caratteristiche del dolore. Le risposte ricevute li aiutano a identificare la causa e a sviluppare una strategia di trattamento. Le domande possono includere:

  • Dov’è situato il dolore? Com’è il dolore?

  • Quando è iniziato il dolore? Ci sono stati traumi?

  • Com’è iniziato il dolore? È iniziato improvvisamente o gradatamente?

  • Il dolore è sempre presente o va e viene?

  • Si manifesta in modo prevedibile dopo determinate attività (come i pasti o uno sforzo fisico) o in alcune posizioni del corpo? Cos’altro aggrava il dolore?

  • Cosa aiuta ad alleviare il dolore, se esiste qualcosa?

  • Il dolore influisce sulla capacità di svolgere attività quotidiane o di interagire con gli altri? Influisce sul sonno, sull’appetito e sulla funzione urinaria e intestinale? Se sì, in che modo?

  • Il dolore influisce sull’umore e sul senso di benessere? Il dolore è accompagnato da una sensazione di depressione o di ansia?

Per valutare la gravità di un dolore, a volte i medici utilizzano una scala compresa tra 0 (assente) e 10 (grave) o chiedono al paziente di descrivere il dolore come lieve, moderato, grave o insopportabile. Per i bambini o per le persone che hanno difficoltà di comunicazione (ad esempio a causa di un ictus), si possono disegnare una serie di facce, da quella che ride a quella che piange, per esprimere la gravità del dolore.

Scale del dolore: Qual è l’intensità del dolore?

Scale del dolore: Qual è l’intensità del dolore?

Il medico cerca sempre di determinare se la causa del dolore è un disturbo fisico. Molte malattie croniche (quali tumore, artrite, anemia falciforme e malattie infiammatorie intestinali) causano dolore, così come le malattie acute (tra cui ferite, ustioni, lacerazioni muscolari, fratture ossee, stiramenti dei legamenti, appendicite, calcoli renali e attacchi cardiaci).

Il medico utilizza tecniche specifiche per controllare l’origine del dolore. Sposta le braccia e le gambe del paziente in tutta la loro ampiezza di movimento per vedere se il dolore si manifesta. Una lesione, uno stress ripetitivo, il dolore cronico e altri disturbi possono rendere ipersensibili alcune zone del corpo (dette trigger point). Il medico tocca vari punti per vedere se sono trigger point del dolore. Si possono utilizzare vari oggetti (come una chiave smussata e una punta aguzza) per toccare la pelle e verificare eventuali perdite di sensibilità o percezioni anomale.

Il medico prende in considerazione anche le cause psicologiche. Fattori psicologici (come la depressione e l’ansia) possono peggiorare il dolore. Dal momento che l’ansia e la depressione possono derivare dal dolore cronico, può essere difficile distinguere causa ed effetto. Talvolta chi lamenta dolore presenta caratteristiche evidenti di disturbi psicologici senza i segni di una patologia che giustifichi il dolore o la sua intensità. Questo dolore è definito dolore psicogeno o psicofisiologico.

Il medico chiede quali farmaci (inclusi i farmaci da banco) e altri trattamenti sono stati utilizzati per trattare il dolore e se sono stati efficaci.

Poche persone ingigantiscono il dolore che provano. Tuttavia, il medico solitamente pone domande per essere sicuro che non ci siano motivi per riferire il dolore, come giorni di malattia pagata o un bisogno di ulteriore attenzione da parte della famiglia. Si tratta di domande di routine.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Metti alla prova la tua conoscenza

Panoramica sul dolore
Quale delle seguenti affermazioni riguardo al dolore e alle persone anziane è corretta?

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE