Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Sensibilizzazione auto-eritrocitaria

(Gardner-Diamond Syndrome; Painful Bruising Syndrome; Psychogenic Purpura)

Di

David J. Kuter

, MD, DPhil, Harvard Medical School

Ultima revisione/verifica completa mag 2020| Ultima modifica dei contenuti mag 2020
per accedere alla Versione per i professionisti

La sensibilizzazione auto-eritrocitaria causa ematomi dolorosi, generalmente a livello di gambe e braccia.

La sensibilizzazione auto-eritrocitaria è rara. Si verifica generalmente nelle donne di razza bianca sottoposte a stress emotivo.

La causa non è certa. Il nome deriva dalla teoria non dimostrata secondo la quale l’organismo diventa in qualche modo troppo sensibile (allergico) ai suoi stessi globuli rossi (eritrociti). Ossia, i globuli rossi che fuoriescono dai vasi sanguigni possono causare una reazione di tipo allergico che provoca la formazione di lividi. Tuttavia, la maggior parte dei medici ritiene che la formazione di lividi sia semplicemente dovuta a traumi autoinflitti, dato che la maggior parte dei soggetti colpiti presenta uno stato di stress emotivo o anche sintomi di disturbi mentali.

Possono manifestarsi episodi di ecchimosi dolorose. Le ecchimosi possono comparire spontaneamente o successivamente a trauma o intervento chirurgico e possono interessare sedi diverse da quella del trauma. Le ecchimosi scompaiono nel giro di qualche giorno. I lividi non si osservano mai su parti del corpo difficili da raggiungere per il soggetto, come la schiena.

I medici effettuano innanzitutto il test del sistema della coagulazione del sangue, per stabilire se i lividi siano causati da un disturbo della coagulazione. Nei soggetti con sensibilizzazione auto-eritrocitaria i risultati di questi test sono normali.

Le ecchimosi si risolvono spontaneamente. Alcuni soggetti traggono beneficio dal trattamento dello stress emotivo.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Metti alla prova la tua conoscenza

Esame del midollo osseo
Talvolta deve essere esaminato un campione di midollo osseo. Per ottenere un campione di midollo osseo, il medico inserisce un ago nell’osso e preleva una piccola quantità di midollo. Il campione viene quindi esaminato con il microscopio e analizzato. Quale delle seguenti opzioni risulta difficile da attuare usando un campione di midollo osseo?

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE