honeypot link

Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Segni sospetti di tumore

Di

Robert Peter Gale

, MD, PhD, Imperial College London

Ultima revisione/verifica completa lug 2018| Ultima modifica dei contenuti ago 2018
per accedere alla Versione per i professionisti
I fatti in Breve

Il tumore può provocare molti sintomi diversi, alcuni lievi e altri più evidenti. (Vedere anche Panoramica sui tumori e Sintomi del tumore.)

Alcuni sintomi si sviluppano precocemente, come la presenza di noduli non dolenti nella mammella, e rappresentano quindi importanti segnali di allarme che devono essere valutati dal medico. Altri sintomi, come la perdita di peso o la febbre, compaiono solo dopo la progressione del tumore. Altri sintomi ancora, come un’alterazione delle abitudini intestinali, la presenza di sangue nelle feci o difficoltà di deglutizione sono segni di tumore presente in sedi specifiche del corpo.

È fondamentale che il tumore venga scoperto precocemente poiché le possibilità di cura sono tanto maggiori quanto meno è avanzato il tumore all’inizio del trattamento. Alcuni sintomi possono costituire dei segnali di allarme precoci del tumore e devono quindi indurre una persona a rivolgersi al medico. Fortunatamente, la maggior parte di questi sintomi è di solito causata da malattie meno gravi. Ciononostante, la comparsa di un qualsiasi segnale di allarme del tumore non deve essere ignorata.

Alcuni dei segnali di allarmi sono di natura generica, ovvero si manifestano come vaghi cambiamenti che non sono d’aiuto nell’indicare con precisione un determinato tumore. La loro presenza può comunque indirizzare i medici nell’esame obiettivo e nella scelta degli esami di laboratorio necessari per escludere o confermare una diagnosi. Altri sintomi sono molto più specifici e indirizzano i medici verso un particolare tipo di tumore o sede.

I segnali d’allarme di un possibile tumore includono:

  • Perdita di peso inspiegabile

  • Affaticamento

  • Sudorazioni notturne

  • Perdita dell’appetito

  • Dolore persistente di nuova insorgenza

  • Nausea o vomito ricorrente

  • Sangue nelle urine

  • Sangue nelle feci (visibile o rilevabile mediante esami specifici)

  • Alterazione recente delle abitudini intestinali (stipsi o diarrea)

  • Febbre ricorrente

  • Tosse cronica

  • Variazioni di dimensione o di colore di un neo o variazioni di un’ulcera che non guarisce

  • Linfonodi ingrossati

  • Una lesione che non guarisce

  • Un segno o una neoformazione sulla pelle che diventa più grande o cambia nell’aspetto

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE