Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Zinco

Di

Laura Shane-McWhorter

, PharmD, University of Utah College of Pharmacy

Ultima revisione/verifica completa lug 2020| Ultima modifica dei contenuti lug 2020
per accedere alla Versione per i professionisti

In piccole quantità lo zinco, un minerale, è necessario per molti processi metabolici. Fra le fonti alimentari di zinco vi sono le ostriche, la carne di manzo e i cereali fortificati. (Vedere anche Panoramica degli integratori alimentari).

Presunti effetti medicinali

I pazienti sempre più spesso assumono zinco sotto forma di pastiglie per ridurre la durata dei sintomi del raffreddore. Nonostante l’incongruenza degli studi scientifici, l’eventualità che lo zinco produca un effetto è probabilmente esigua, verificandosi inoltre solo se assunto subito dopo la comparsa dei sintomi del raffreddore.

Alcuni soggetti assumono zinco per rallentare la progressione della degenerazione maculare legata all’età, una patologia oculare, o per favorire la guarigione delle ferite, dato che la carenza di zinco la rallenta. Nei Paesi in via di sviluppo, la somministrazione una volta alla settimana nel primo anno di vita di integratori contenenti zinco e ferro può ridurre la mortalità dovuta a diarrea e infezioni respiratorie. Nei bambini di età superiore a 6 mesi denutriti o che presentano una carenza di zinco, l’integrazione di zinco può aiutare a trattare la diarrea.

Lo zinco può anche aiutare a diminuire i livelli glicemici nei soggetti con diabete o pre-diabete.

Una lieve carenza di zinco ostacola la crescita nei bambini e può essere corretta con integratori.

Possibili effetti collaterali

Lo zinco è generalmente sicuro, ma può sviluppare tossicità se assunto in dosi elevate. Gli effetti collaterali comuni delle pasticche di zinco includono i seguenti:

  • Nausea

  • Vomito

  • Diarrea

  • Irritazione del cavo orale

  • Ulcere della bocca

  • Sapore sgradevole

Essendo lo zinco un metallo tracciante e in grado di rimuovere altri metalli necessari dall’organismo, l’assunzione di compresse di zinco deve essere limitata (per esempio, non devono essere assunte per più di 14 giorni). Gli spray allo zinco possono irritare il naso e la gola.

Possibili interazioni farmacologiche

L’assorbimento e l’efficacia di alcuni antibiotici per trattare le infezioni possono diminuire se vengono assunti contemporaneamente degli integratori di zinco; pertanto, lo zinco deve essere assunto almeno 3 ore dopo questi antibiotici.

Ulteriori informazioni

Di seguito viene indicata una risorsa in lingua inglese che può essere utile. Si tenga presente che IL MANUALE non è responsabile dei contenuti di tale risorsa.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE