Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Partenio

Di

Laura Shane-McWhorter

, PharmD, University of Utah College of Pharmacy

Ultima revisione/verifica completa lug 2020| Ultima modifica dei contenuti lug 2020
per accedere alla Versione per i professionisti

Il partenio è una pianta erbacea a cespuglio perenne. Le foglie secche sono utilizzate in capsule, compresse ed estratti liquidi. Si pensa che i partenolidi e i glicosidi siano i suoi principi attivi.

Presunti effetti medicinali

Il partenio è utilizzato principalmente per prevenire le emicranie e per trattare l’infiammazione. Evidenze di sei studi diversi mostrano risultati variabili, ma un recente studio più grande ha dimostrato una piccola riduzione del numero delle emicranie mensili. Le differenze negli esiti degli studi possono essere il riflesso delle diverse formulazioni e dosi di partenio utilizzate. Negli studi su pazienti con artrite, il partenio non ha alleviato i sintomi. Inoltre, è stato utilizzato per trattare asma, dolori mestruali e artrite.

Possibili effetti collaterali

Possono comparire afte orali e infiammazione cutanea (dermatite). Il gusto può essere alterato e la frequenza cardiaca accelerata. Il partenio non è consigliato nei bambini o nelle donne in gravidanza o in allattamento. Nelle donne in gravidanza, il partenio può provocare contrazioni uterine. Inoltre, può causare eruzioni cutanee di natura allergica.

Possibili interazioni farmacologiche

Il partenio può interferire con i farmaci per la prevenzione delle trombosi (anticoagulanti), i farmaci utilizzati per trattare l’emicrania e i farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS). Può ridurre la normale tendenza alla coagulazione delle particelle nel sangue che aiutano ad arrestare il sanguinamento (piastrine) e può altresì ridurre l’assorbimento del ferro.

Ulteriori informazioni

Di seguito viene indicata una risorsa in lingua inglese che può essere utile. Si tenga presente che IL MANUALE non è responsabile dei contenuti di tale risorsa.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE