Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Mirtillo rosso americano

Di

Laura Shane-McWhorter

, PharmD, University of Utah College of Pharmacy

Ultima revisione/verifica completa lug 2020| Ultima modifica dei contenuti lug 2020
per accedere alla Versione per i professionisti

Il mirtillo rosso o ossicocco americano è un frutto che si può consumare intero o sotto forma di gelatine e succhi.

Presunti effetti medicinali

Alcune persone lo consumano assiduamente per prevenire e alleviare i sintomi delle infezioni delle vie urinarie (IVU), per cui è stata dimostrata l’efficacia nella prevenzione in alcuni studi, ma non in altri. Tuttavia, recenti analisi hanno dimostrato una diminuzione del 26-33% delle IVU. Il succo naturale di mirtillo rosso non elaborato contiene le antocianidine, che impediscono all’Escherichia coli, un batterio che normalmente causa infezioni del tratto urinario, di attaccarsi alle pareti delle vie urinarie.

Alcuni ne utilizzano il succo per abbassare la febbre e per curare alcuni tipi di cancro; tuttavia, non esistono prove scientifiche che ne dimostrino l’efficacia per tali indicazioni.

Possibili effetti collaterali

Non si conoscono effetti collaterali. Tuttavia la maggior parte dei succhi di mirtillo rosso viene notevolmente addolcita per attenuarne il gusto aspro, pertanto è sconsigliato per i diabetici, a meno che non contenga dolcificanti artificiali. In caso di calcoli renali, occorre consultare il medico curante prima di consumare prodotti contenenti mirtillo rosso.

Possibili interazioni farmacologiche

I prodotti a base di mirtillo rosso americano possono aumentare gli effetti dei farmaci preposti alla prevenzione delle trombosi (come il warfarin, un anticoagulante), causando sanguinamento grave.

Ulteriori informazioni

Di seguito viene indicata una risorsa in lingua inglese che può essere utile. Si tenga presente che IL MANUALE non è responsabile dei contenuti di tale risorsa.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE