Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Cnidari (coelenterates , come meduse e anemoni di mare ), punture

Di

Robert A. Barish

, MD, MBA, University of Illinois at Chicago;


Thomas Arnold

, MD, Department of Emergency Medicine, LSU Health Sciences Center Shreveport

Ultima modifica dei contenuti apr 2020
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Risorse sull’argomento

Gli cnidari comprendono i seguenti:

  • Coralli

  • Anemoni di mari

  • Medusa (compresi ortiche di mare)

  • Idroidi (p. es., la caravella portoghese)

Gli cnidari sono responsabili di molti più avvelenamenti di qualunque altro animale marino. Tuttavia, delle 9000 specie, solo circa 100 sono tossiche per gli umani. Le unità multiple, altamente sviluppati urticanti (nematocisti) presenti sui tentacoli degli cnidari, possono penetrare la cute umana; in seguito al contatto, un tentacolo può scaricare nella cute migliaia di nematocisti.

Sintomatologia

Le lesioni variano a seconda del tipo di cnidari. In genere, le lesioni iniziali appaiono come piccole eruzioni papulari, lineari che si sviluppano rapidamente in una o più linee discontinue, a volte circondate da una zona eritematosa rigonfiata. Il dolore è immediato e può essere grave; il prurito è frequente. Le papule possono trasformarsi in vescicole ed evolvere in pustole, con emorragia e desquamazione. Le manifestazioni sistemiche comprendono debolezza, nausea, cefalea, dolore e spasmi muscolari, lacrimazione e rinorrea, aumento della traspirazione, alterazioni della frequenza del polso e pleurite. Raramente, le lesioni mortali sono state inflitte dalle caravelle portoghesi nelle acque del Nord America e dai membri dell'ordine delle Cubomeduse, in particolare quelle delle acque dell'oceano Indo-Pacifico (vespa di mare, Chironex fleckeri).

Trattamento

  • Rimozione dei tentacoli

  • Trattamento sintomatico

  • Vanno effettuati risciacqui vari per trattare il dolore e disattivare le nematocisti, a seconda degli specifici animali

Il trattamento delle punture di cnidari consiste nella rimozione dei tentacoli aderenti attraverso una pinza (preferibilmente) o con le dita (usando un doppio guanto se possibile) e risciacquando al fine di rimuovere invisibili cellule urticanti. Il tipo di risciacquo varia in funzione del microrganismo che ha inferto la puntura:

  • Per le punture di medusa che si trovano nelle acque non tropicali e per le punture di corallo, si può effettuare il risciacquo con acqua di mare.

  • Per le punture di medusa che avvengono in acque tropicali, possono essere utilizzati il risciacquo con aceto seguito da risciacquo con acqua di mare. L'acqua dolce non deve essere utilizzata perché può attivare nematocisti non eliminate.

  • Per punture di cubomeduse, l'aceto inibisce l'alimentazione delle nematocisti e viene usato come primo risciacquo se disponibile, seguito da risciacquo con acqua di mare. L'acqua dolce non deve essere utilizzata perché può attivare nematocisti non eliminate.

  • Per le punture della caravella portoghese, può essere utilizzato il risciacquo con acqua salata. L'aceto non deve essere utilizzato perché può attivare nematocisti non eliminate.

Qualsiasi difficoltà di respirazione o alterazione del livello di coscienza, non importa quanto lieve, è un'emergenza medica e richiede il trasporto in un centro medico e, eventualmente, l'iniezione di adrenalina.

La sintomatologia viene trattata con una terapia di supporto. Il dolore causato dalla maggior parte delle punture di cnidari è solitamente di breve durata e può essere alleviato con bicarbonato di sodio in liquido al 50:50 applicato sulla pelle. Immergere l'area interessata in un bagno d'acqua caldo (40,5-43,3° C) ha dimostrato di essere efficace per alleviare il dolore, così come i FANS. Per il dolore forte, gli oppiacei sono da preferire. Gli spasmi muscolari dolorosi possono essere trattati con le benzodiazepine. Liquidi e adrenalina EV possono essere somministrati se si manifesta uno shock. L'antidoto è disponibile per le punture delle meduse C. fleckeri ma non per le punture delle specie del Nord America.

La profilassi contro il tetano dovrebbe essere somministrata (vedi tabella Profilassi del tetano nel trattamento di routine delle ferite).

Eruzione da bagno di mare

Questo rash cutaneo maculopapulare pungente, pruriginoso, colpisce i nuotatori di alcune zone atlantiche (p. es., florida, Caraibi, Long Island). È causata da ipersensibilità alle punture da larve delle anemone di mare (p. es., Edwardsiella lineate) le meduse ditale (Linuche unguiculata). L'eruzione cutanea appare dove la pelle contatta il costume da bagno. È necessario che la popolazione esposta a queste larve faccia una doccia dopo avere tolto il costume da bagno. Le manifestazioni cutanee possono essere trattate con crema al cortisone e, se necessario, assumere un antistaminico orale. Reazioni più gravi possono richiedere l'aggiunta di prednisone orale o EV.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Come eseguire una toracostomia con ago
Video
Come eseguire una toracostomia con ago
Modelli 3D
Vedi Tutto
Torace
Modello 3D
Torace

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE